Una testa mozzata di capretto davanti allo studio del vicesindaco di Zambrone

Sul grave atto intimidatorio indagini a tutto campo da parte dei carabinieri della Compagnia di Tropea. Il sindaco L'Andolina: "Non ci fermeranno" 

Sul grave atto intimidatorio indagini a tutto campo da parte dei carabinieri della Compagnia di Tropea. Il sindaco L'Andolina: "Non ci fermeranno" 

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Macabra intimidazione ai danni del vicesindaco di Zambrone Domenico Muggeri (39 anni). Ignoti gli hanno fatto trovare davanti allo suo studio tecnico (tra l’altro sito a pochi passi dalla sua abitazione), nella frazione San Giovanni, una testa mozzata di capretto.

Informazione pubblicitaria

L’amministratore è sposato e ha due figli. Accompagnato dal sindaco Corrado L’Andolina, Muggeri ha sporto denuncia ai carabinieri della Stazione di Zungri. Un avvertimento apparentemente senza un perché. Anche se non c’è la certenza non è escluso che  il vile gesto possa essere legato all’attività politica di Muggeri.

“L’amministrazione – ha riferito il sindaco L’Andolina – dall’atto del suo insediamento ha agito nello scrupoloso rispetto della legalità e della trasparenza. Le poche procedure d’appalto sono state eseguite con la massima evidenza pubblica, mentre i lavori effettuati finora sono stati eseguiti con gli operai in forza al Comune o in economia tramite i voucher”. Risoluto il suo commento finale: “Non ci fermeranno”.