Vibo, gli uffici della Regione traslocano da Palazzo Gemini all’Aterp

Accordo raggiunto tra il vicepresidente della Giunta Viscomi e il commissario straordinario Mascherpa. Novità anche a Palazzo ex Enel dove i dipendenti regionali saranno allocati su un unico piano

Accordo raggiunto tra il vicepresidente della Giunta Viscomi e il commissario straordinario Mascherpa. Novità anche a Palazzo ex Enel dove i dipendenti regionali saranno allocati su un unico piano

Informazione pubblicitaria
Palazzo Gemini a Vibo Valentia
Informazione pubblicitaria

Il vicepresidente della giunta regionale, Antonio Viscomi, ha presieduto oggi una riunione operativa nella sede della Regione. L’iniziativa fa seguito dell’incontro avuto con il personale regionale degli uffici di Vibo Valentia, nell’ambito del progetto “Fitti zero”. «Alla riunione – informa una nota dell’Ufficio stampa – erano presenti i dirigenti Forte e Palmisani, il personale dei gruppo interdipartimentale per la razionalizzazione logistica ed il commissario straordinario dell’Aterp unica regionale Mascherpa. A conclusione dell’incontro, si è convenuto che due piani del palazzo dell’Aterp di Vibo Valentia siano concessi alla Regione per allocare, in via prioritaria, una parte del personale regionale, attualmente distribuito nella la struttura di Palazzo “Gemini”. Questo consentirà di non occupare ulteriormente la parte dello stabile prima gestita dalla Provincia, per le funzioni transitate alla Regione, a seguito della legge “Delrio”».

Informazione pubblicitaria

Viscomi ha ringraziato Mascherpa per la disponibilità offerta ed ha segnalato il fatto che la condivisione dello stesso immobile consentirà un’ evidente razionalizzazione della spesa ed una più funzionale riorganizzazione degli uffici, tenendo conto anche dei flussi di traffico e del sistema di mobilità urbana. «In qualche misura – ha detto Viscomi – condividere gli stessi spazi è una sorta di anticipazione architettonica del bilancio consolidato: da quest’anno, infatti, il bilancio della Regione dovrà comprendere anche quello di tutti gli enti strumentali».

Il trasferimento consentirà anche di definire una più aggiornata configurazione tecnologica delle postazioni di lavoro, risolvendo definitivamente i problemi segnalati dal personale nell’incontro della scorsa settimana. Nell’occasione, Viscomi ha informato gli intervenuti della recente interlocuzione con il vicepresidente della Provincia di Vibo, Pasquale Fera, il quale ha manifestato la disponibilità a collocare, in un unico piano, tutti i dipendenti regionali ancora distribuiti nel Palazzo ex Enel, sede della provincia di Vibo Valentia, costretti ad operare, a volte, negli uffici dei colleghi provinciali.

A tal proposito Viscomi ha suggerito di riunire tutto il personale regionale in un’unica postazione, con un ingresso autonomo, anche al fine di assicurare una più chiara ripartizione delle spese, un autonomo sistema di registrazione delle presenze ed una specifica linea di comunicazione dedicata per dati e voce.