lunedì,Aprile 19 2021

Acqua sporca a Nicotera, per il Comitato l’emergenza non è rientrata

Gli attivisti del Movimento 14 luglio contestano il commissario Auricchio: «I valori inquinanti non sono tornati nella norma». La replica dopo l’apertura del delegato prefettizio che li ha invitati al tavolo tecnico

Acqua sporca a Nicotera, per il Comitato l’emergenza non è rientrata

Contestano con forza le dichiarazioni del commissario straordinario del Comune di Nicotera Nicola Auricchio, rilasciate al tg di LaC News24 e al Vibonese.it, secondo cui c’è stato un «vertice con i delegati della società Sorical e i tecnici dell’Asp» dal quale sarebbe emerso che «gli ultimi risultati forniti dall’Azienda sanitaria confermano che i livelli degli agenti inquinanti presenti nell’acqua sono rientrati nella norma».

Acqua a Nicotera, la Terna commissariale invita il Movimento 14 luglio al Tavolo tecnico

Ebbene, a parere dei militanti del Movimento 14 Luglio, nato per tutelare i diritti dei cittadini della Marina cui viene erogata acqua “sporca”, a giudicare da quanto documentato nel sito dell’Asp – Dipartimento Prevenzione, nella sezione dal suggestivo titolo “Acque Trasparenti”, le cose non starebbero così.

«Al 29 dicembre 2016 – si legge nella nota – all’uscita filtri impianto Medma (ovvero alla fonte, a monte degli stessi serbatoi comunali gestiti da Sorical) il clorito è a 780 + 260 (valori max 700) e il manganese a 49 (max 50). Notiamo come il prelievo del 19 dicembre rilevi il manganese a 57 + 8, con tanto di nota del dirigente medico Carnovale, datata 23 dicembre, che “prescrive di intervenire prontamente (entro 24 ore) per la risoluzione della criticità…”. Che in 10 giorni la società sia riuscita a ridurre entro il limite di 50 il valore ci conforta relativamente, poiché nessuna evidenza scientifica è stata al momento addotta a ritenere che tale criticità, da sempre oscillatoria, non possa domani tornare a superare i limiti già raggiunti».

Acqua sporca a Nicotera, il “Movimento 14 luglio” occupa il Comune

Ma lo stupore dei cittadini aumenta nel considerare come le analisi pubblicate oggi sul sito non sarebbero le stesse di quelle pubblicate qualche tempo fa, con riferimento ai medesimi prelievi. «Risultanze – fanno notare – che noi avevamo prontamente scaricato dal sito e che ci consentono di documentare le omissioni sopraggiunte nella comunicazione on line dei valori. In base alle analisi miracolosamente scomparse dal sito dell’Asp, al 29 dicembre – data fatidica, visto che a detta di Sorical e Asp segnerebbe l’agognato raggiungimento della “conformità” – all’“Uscita Filtri Impianto Medma” risulta la presenza del terribile batterio pseudomonas aeruginosa in quantità di 5UFC/100 mL, mentre all’“Uscita Serbatoio Marina” la concentrazione dello pseudomonas sale a 12UFC/100 mL».

Acqua sporca a Nicotera, la Sorical interviene sui filtri del Medma

Infine, rilevano che la presenza «eccessiva di cloriti segnala un procedimento, ormai noto a noi paesani, di iperclorazione che determina la puzza di varichina anche per 20 giorni dell’acqua che esce dai rubinetti di casa e ha causato, in tempi recenti, la moria dei pesci della vasca comunale alla Marina».

top