Caccia nel Vibonese, denunce e sanzioni

I carabinieri forestali scoprono diverse irregolarità e violazioni nell’attività venatoria
I carabinieri forestali scoprono diverse irregolarità e violazioni nell’attività venatoria
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Nell’ambito dei servizi predisposti dal Gruppo Carabinieri Forestale di Vibo Valentia, i militari della Stazione di Serra San Bruno hanno riscontrato nel territorio del comune di Gerocarne diverse violazioni alla normativa di settore da parte di cacciatori provenienti da fuori provincia. Nello specifico, nel corso di una battuta al cinghiale in corso nella località “Tuccio” del predetto comune, i militari hanno sorpreso C.F.G., intento a detenere un fucile da caccia calibro 12 alterato meccanicamente, ovvero, senza riduttore. L’arma è stata sequestrata. Nel corso dei controlli sono state altresì elevate sanzioni amministrative per un importo complessivo di 591,00 euro per l’omessa annotazione della giornata di caccia sull’apposito tesserino venatorio, nonché per l’omessa iscrizione di un cane da caccia all’anagrafe canina.

Informazione pubblicitaria

La tutela del territorio e dell’ambiente rimane un obiettivo primario dei Carabinieri Forestali, che possono perseguirla al meglio anche grazie alla collaborazione dei cittadini, i quali possono segnalare presunti illeciti al numero di emergenza ambientale 1515.