Scomparsa dei fratelli Mirabello, in campo cani molecolari e Cacciatori di Sardegna

Proseguono le ricerche dei due fratelli originari di San Gregorio d’Ippona di cui si sono perse le tracce da domenica scorsa a Dolianova, provincia di Cagliari
Proseguono le ricerche dei due fratelli originari di San Gregorio d’Ippona di cui si sono perse le tracce da domenica scorsa a Dolianova, provincia di Cagliari
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Ancora nessuna traccia dei due fratelli Massimiliano e Davide Mirabello, originari di San Gregorio d’Ippona, rispettivamente di 36 e 40 anni, da qualche tempo residenti a Dolianova (Cagliari), usciti di casa domenica pomeriggio senza fare più ritorno. Questa mattina sono riprese le ricerche da parte dei carabinieri che stanno battendo palmo a palmo tutte le campagne vicino al centro del Campidano. Al lavoro, accanto ai militari della locale Compagnia, ci sono i militari del Comando provinciale di Cagliari, i Cacciatori di Sardegna, le unità cinofile e i cani molecolari. Al momento però non sarebbero stati trovati elementi o tracce dei due fratelli. Le indagini, coperte dalla massima riservatezza, sono coordinate dal sostituto procuratore, Gaetano Porcu, che ha aperto un fascicolo con l’ipotesi di duplice omicidio per consentire accertamenti immediati sull’auto, ritrovata bruciata l’altra sera non troppo distante dall’abitazione dei due fratelli in aperta campagna, sulle tracce di sangue trovate sull’asfalto e su un maglione. Non è escluso che già nei prossimi giorni i reperti vengano inviati agli specialisti del Ris di Cagliari per eventuali comparazioni del Dna e per un esame minuzioso di quello che resta della vettura.

Fratelli vibonesi scomparsi in Sardegna, ritrovata bruciata la loro auto – Video
Fratelli scomparsi in Sardegna, ore di apprensione a San Gregorio – Video

Informazione pubblicitaria