Fabrizia: inosservanza al decreto sul Coronavirus, denunciato presidente consiglio comunale

I carabinieri della locale Stazione scoprono che teneva aperta la sua sala giochi contravvenendo così alle disposizioni ministeriali
I carabinieri della locale Stazione scoprono che teneva aperta la sua sala giochi contravvenendo così alle disposizioni ministeriali
Informazione pubblicitaria
Carabinieri auto nuova
Informazione pubblicitaria

Inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità. Con questa accusa i carabinieri della Stazione di Fabrizia hanno denunciato alla Procura di Vibo Valentia il presidente del Consiglio comunale Vincenzo Costa. Nel corso di un controllo del territorio finalizzato a prevenire violazioni al decreto ministeriale contenente le disposizioni alle quali devono attenersi i locali pubblici per via del coronavirus, i carabinieri hanno scoperto che il consigliere comunale di Fabrizia, Vincenzo Costa, teneva la sua attività di sala giochi (regolarmente iscritta al Suap) aperta al pubblico (e quindi centro di aggregazione) contravvenendo così alle disposizioni del DPCM del 9 marzo sul cod-19.

I militari dell’Arma della locale Stazione – guidata dal maresciallo Giuseppe Pelaia – al momento del controllo hanno trovato nella sala giochi due avventori. Vano il tentativo del proprietario, Vincenzo Costa, di far passare la sala giochi quale internet point. Da qui la denuncia per violazione dell’articolo 650 del codice penale che sanziona l’inosservanza ai provvedimenti emessi dalle autorità. I controlli dei carabinieri proseguiranno in tutto il territorio della provincia di Vibo al fine di monitorare il rispetto alle disposizioni contenute nel decreto del presidente del Consiglio dei ministri, Giuseppe Conte.
LEGGI ANCHE: Da Vibo a Serra senza un valido motivo, tre denunce della Polizia

Informazione pubblicitaria