Centro servizi per il volontariato di Vibo Valentia, Garzulli confermato presidente

La nomina per il terzo mandato arrivata durante l’ultima assemblea dei soci. Nominato anche il nuovo consiglio e i collegi di garanti e revisori. «Lavoreremo per consolidare il lavoro fatto» le sue prime parole

La nomina per il terzo mandato arrivata durante l’ultima assemblea dei soci. Nominato anche il nuovo consiglio e i collegi di garanti e revisori. «Lavoreremo per consolidare il lavoro fatto» le sue prime parole

Informazione pubblicitaria
Roberto Garzulli, presidente Csv

Durante l’Assemblea dei soci del Centro di servizio per il volontariato della Provincia di Vibo Valentia (Vivicisvol) del 5 maggio scorso, sono state rinnovate le cariche sociali per il prossimo quadriennio. Al vertice, è stato rieletto all’unanimità Roberto Garzulli.

«Nei primi due mandati, ho potuto vedere – ha affermato il presidente riconfermato -, il valore aggiunto che la presenza del Centro di Servizi ha creato per Vibo Valentia e la sua provincia. È sempre un onore far parte di questa squadra, sempre al lavoro su progetti capaci di creare cambiamenti profondi e di coordinare le attività del volontariato con tutte le forze buone che il territorio esprime. Le ricadute sono sotto gli occhi di tutti e i risultati si possono toccare con mano».

Tantissimi i progetti per le scuole messi in evidenza da Garzulli, che hanno avvicinato molti ragazzi al mondo del volontariato, la Festa del volontariato, Antenna Eurodesk, Corsi di formazione sulla progettazione europea e Blsd, Servizio civile, alternanza Scuola-Lavoro, sono «solo alcune fra le iniziative fatte in questi anni, è difficile citarle tutte ma è certo che, senza il lavoro del Csv, Vibo Valentia e la sua provincia avrebbero una ricchezza in meno. Nel prossimo mandato – ha aggiunto – ci ripromettiamo di consolidare e qualificare ulteriormente l´azione a favore del volontariato per consentirgli di affrontare al meglio le sfide legate a questo difficile momento sociale».

Il nuovo direttivo, prosegue poi Garzulli, «è composto di presenze “storiche” del volontariato e nuove competenze che, sono sicuro, concorreranno a innovare la nostra azione e migliorare il nostro radicamento sul territorio. Il nostro obiettivo principale è quello di promuovere gratuità e senso di cittadinanza, un’altra sfida importante riguarda lo sviluppo di progetti che coinvolgano i giovani nel volontariato e pongano semi di speranza per un nuovo welfare. Mi corre l’obbligo di ringraziare per la collaborazione i “vecchi” consiglieri che si sono succeduti in questi anni, altresì i miei ringraziamenti vanno a tutti i dipendenti del Centro “guidati” dal direttore Maurizio Greco mio stretto e fidato collaboratore».

Al fianco di Roberto Garzulli, e a completare la squadra, ci sono i consiglieri Salvatore Colace (L’Altro aiuto), Pasqualina Costa (La Fenice), Daniela Costantino (Alzheimer), Cosmo Gallizzi (Solidarietà ), Gaetano Mazzarella (Eurolina), Fulvio Mirile (Anmil), Leonardo Monteleone (Anteas), Antonio Murone (Banco Alimentare), Nicola Nocera (Prociv Augustus).

Eletto anche il Collegio dei garanti. Ne faranno parte Domenico Pitimada, Francesco Scarmozzino, Giuseppe Rotella. Il nuovo Collegio dei revisori dei conti infine è composto da Silvano Contartese Silvano e Domenico D’Agostino. Il nuovo consiglio direttivo si riunirà nei prossimi giorni per eleggere i due nuovi vice presidente.