giovedì,Agosto 18 2022

Ladri “informatici” in azione a Maierato. L’amaro commento del sindaco

Nella notte tra lunedì e martedì asportate le componenti interne di computer e tre lavagne multimediali, una delle quali destinata ai disabili.

Ladri “informatici” in azione a Maierato. L’amaro commento del sindaco

Furto con destrezza nei giorni scorsi alla scuola elementare di Maierato. Ignoti, nottetempo, si sono introdotti nell’edificio scolastico sottraendo materiale elettronico di vario tipo. I ladri, evidentemente esperti in materia, si sono concentrati in particolare sulle componenti interne di vari pc e, soprattutto, di tre delle sei lavagne elettroniche multimediali (Lim) presenti in altrettante classi, una delle quali appositamente destinata agli alunni disabili. Dalle stesse hanno prelevato in particolare le “schede madre”, i proiettori e altre componenti interne. Stesso trattamento riservato ad altri computer attenzionati in un precedente furto, all’inizio dell’anno scolastico, quando furono prelevate schede e supporti interni di vari pc.

Un furto mirato, come ha testimoniato il sindaco di Maierato, Sergio Rizzo, il quale ha riferito di essersi recato la sera prima dell’ultimo furto (messo a segno nella notte tra lunedì e martedì scorsi) all’interno della scuola, in compagnia di due assessori e dei carabinieri, perché attratto dalle luci accese nell’edificio. Effettuato un sopralluogo e verificato il normale stato delle cose, hanno tranquillamente lasciato l’edificio. Nulla lasciava presagire che nella stessa notte sarebbero entrati in azione i “ladri informatici” portando a compimento un colpo da poche migliaia di euro.

«In ogni caso una cifra ridicola, per ottenere la quale – ha detto il sindaco Rizzo – si mette a rischio la funzionalità della scuola e si compromette la possibilità di offrire una formazione completa agli alunni, penalizzandone la crescita».

Articoli correlati

top