Capo Vaticano, Joppolo e Monte Poro a fuoco per tutta la notte

Solo in mattinata è arrivato sul posto un elicottero della Protezione civile ancora impegnato a spegnere gli incendi. Tanta la paura e danni non da poco. A Sorianello evacuate le abitazioni di 18 famiglie

Solo in mattinata è arrivato sul posto un elicottero della Protezione civile ancora impegnato a spegnere gli incendi. Tanta la paura e danni non da poco. A Sorianello evacuate le abitazioni di 18 famiglie

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

E’ continuata a bruciare per tutta la notte la zona di Capo Vaticano e di Joppolo sino a Monte Poro. Insufficiente il numero dei Vigili del fuoco del Comando provinciale di Vibo Valentia per far fronte a tutti gli incendi che si sono sviluppati ieri nell’intero Vibonese. Impegnati a Dasà, a Vibo ed a Sorianello, i Vigili del fuoco poco hanno potuto fare per arginare i vasti incendi che si sono sviluppati fra Santa Maria (foto in basso) e San Nicolò di Ricadi – per la precisione nella collina che sovrasta la zona di “Palo Campia” – e Joppolo (in foto in alto).

Informazione pubblicitaria

Gravi i danni in tale ultimo centro, con le fiamme che hanno lambito alcune abitazioni della frazione Coccorino, mentre altri incendi si sono sviluppati sopra Joppolo e fra Caroniti e Monte Poro. Per alcune ore sono andate in tilt anche le linee telefoniche e sono saltati i collegamenti con i telefonini.

Brucia il Vibonese, vasto incendio a Dasà: evacuate due abitazioni

Era stato richiesto l’immediato invio di un mezzo aereo per far fronte all’emergenza degli incendi nella zona, ma nulla è arrivato per tutta la notte e stamane si contano i danni. Gli incendi sono stati infatti parzialmente domati dai vigili del fuoco solo nel corso della mattinata. Sul posto è da poco giunto anche un elicottero della Protezione civile, ancora impegnato a spegnere le fiamme.

Per i residenti della zona è stata una notte di paura e di allarme continuo. La conta dei danni non è da poco, con decine e decine di ettari di macchia mediterranea andati in fumo, oltre a pinete e uliveti. Manca a Ricadi un presidio fisso dei vigili del fuoco di cui si avverte sempre più la necessità. Per il Vibonese, sul fronte degli incendi, la stagione estiva inizia nel peggiore dei modi.

Non da meno la situazione anche a Sorianello, nelle Preserre, dove ieri sera un incendio si è sviluppato nella zona della cosiddetta “Collina degli angeli” per poi arrivare quasi alle spalle del convento San Domenico di Soriano Calabro. In questo caso provvidenziale si è rivelato l’intervento dei Vigili del fuoco ma anche quello dei carabinieri della Stazione di Soriano, diretti dal maresciallo Barbaro Sciacca. Solo alle prime luci dell’alba l’incendio è stato domato ma dalla zona – per evitare rischi e pericoli – sono state evacuate 18 famiglie. 

Incendi, scene da “Day after” a Dasà: piromani dietro il rogo che ha insidiato le case

Incendi: vasto rogo a Vibo, critica la situazione a Monte Poro