giovedì,Aprile 22 2021

Incendi, scene da “Day after” a Dasà: piromani dietro il rogo che ha insidiato le case (VIDEO)

Venti ettari di uliveti in fumo, numerose abitazioni evacuate. Preoccupano i nuovi focolai appiccati questa mattina mentre si attende l’arrivo di un elicottero della Prociv. Il sindaco Scaturchio: «Stanco e amareggiato»

Incendi, scene da “Day after” a Dasà: piromani dietro il rogo che ha insidiato le case (VIDEO)

Dasà si lecca le ferite dopo il devastante incendio che dal pomeriggio alla tarda serata di ieri ha distrutto almeno 20 ettari di vegetazione ed uliveti, originandosi in località “Maguli” nella parte alta del paese, e spingendosi fino alle prime abitazioni del piccolo centro delle Preserre.

Scene di autentico terrore si sono vissute, nella tarda serata, tra i residenti della case lambite dal fuoco che sono state sgombrate per evitare conseguenze ben più gravi. Tra gli sfollati anche diversi anziani e un ragazzo disabile. Le famiglie allontanate a scopo precauzionale dalle proprie abitazioni vi hanno fatto rientro questa mattina. Nessuna grave conseguenza per gli edifici più vicini al fronte di fuoco. Una legnaia, tuttavia, è andata completamente distrutta dall’incendio.

Brucia il Vibonese, vasto incendio a Dasà: evacuate abitazioni

Pericolo non del tutto scampato visto che anche questa mattina la montagna continua a “fumare” e, secondo quanto riferito dai Vigili del fuoco presenti sul posto, nuovi focolai sarebbero stati appiccati da ignoti piromani e minaccerebbero un vasto querceto. Si attende in queste ore l’arrivo di un elicottero della Protezione civile della Regione Calabria, allo stato impegnato a Joppolo.

Diverse le squadre di pompieri impegnate nel corso della notte per arginare le fiamme. Ad assistere in prima persona alle operazioni di spegnimento, oltre ai carabinieri della Stazione di Arena, anche il sindaco di Dasà Raffaele Scaturchio che, nella serata di ieri, aveva postato un disperato “Che Dio ci aiuti” sul suo profilo Facebook.

Incendi: vasto rogo a Vibo, critica la situazione a Monte Poro

Questa mattina si è invece detto «ancora stanco ed amareggiato per tutto quello che è accaduto. Vedere il proprio paese invaso letteralmente dalle fiamme – ha rivelato – è una cosa che non auguro a nessuno. Oltre a ringraziare tutta la mia popolazione, nessuno escluso, per il lavoro che ha svolto per tutta la nottata di ieri, ringrazio con il cuore in mano il dottor Carlo Tansi, capo della Protezione Civile, con il quale rimasto a stretto contatto telefonico. Poco fa – ha aggiunto – mi ha ricontattato per avvisarmi che un mezzo aereo coadiuvato da una squadra di Vigili del fuoco è in volo per arrivare a Dasà. Nel pomeriggio di oggi manderà una squadra di tecnici per relazionare sull’accaduto e calcolare gli eventuali danni causati. Oltre 20 ettari di piante d’ulivo (l’oro per la nostra comunità) sono andati in fiamme».

Allarme incendi nel Vibonese: 19 interventi dei Vvf, il prefetto attiva il Centro coordinamento soccorsi

Furioso incendio devasta la collina di Zambrone, evacuate alcune abitazioni (FOTO/VIDEO)

top