Polizia interrompe nella notte un “festino” in un appartamento di Vibo

Alcuni giovani, in preda ai fumi dell’alcol, hanno tentato la fuga dal tetto e dai balconi vicini. Denunce per tutti e per il proprietario dell’abitazione
Alcuni giovani, in preda ai fumi dell’alcol, hanno tentato la fuga dal tetto e dai balconi vicini. Denunce per tutti e per il proprietario dell’abitazione
Informazione pubblicitaria

Musica ad altissimo volume in un appartamento del centro di Vibo e festino interrotto alle ore 3 di questa notte da due pattuglie della Squadra Volante della polizia. Proprietario dell’appartamento un trentaduenne vibonese con precedenti di polizia. All’interno dell’abitazione, disseminata di bicchieri e bottiglie di alcool, la polizia ha trovato tre donne e due uomini di età compresa tra i 20 ed i 31 anni, intenti a fumare e consumare alcolici. Nel corso dell’intervento, i poliziotti si sono accorti che alcuni dei partecipanti al festino si erano pericolosamente allontanati dal tetto per non essere identificati ed hanno così individuato altri tre giovani tra i 21 e i 26 anni, tra cui due ragazze, che avevano raggiunto un balcone vicino. I tre sono stati, quindi, aiutati a ripercorrere in sicurezza il tragitto inverso lungo il tetto per raggiungere l’abitazione da cui si erano allontanati.
Per tutti sono state elevate sanzioni amministrative per la violazione delle norme in tema di spostamenti in emergenza coronavirus. Nei confronti del proprietario della casa adibita a bar, la denuncia per il reato di disturbo alla quiete pubblica.