sabato,Maggio 15 2021

Rinascita-Scott e bonifica dalle microspie, lascia il carcere 34enne di Briatico

Passa ai domiciliari ma fuori regione su decisione del Tdl di Catanzaro. Ecco tutte le accuse

Rinascita-Scott e bonifica dalle microspie, lascia il carcere 34enne di Briatico
Pasquale Tavella

Lascia il carcere per gli arresti domiciliari fuori regione Pasquale Tavella, 34enne di Paradisoni di Briatico, coinvolto nell’operazione antimafia Rinascita-Scott con l’accusa di concorso esterno in associazione mafiosa. Questa la decisione del Tribunale della Libertà di Catanzaro, in accoglimento dell’appello proposto dagli avvocati Giuseppe Bagnato e Francesco Sabatino. Pasquale Tavella, svolgendo la propria attività lavorativa all’interno di un’officina con sede a Vibo Valentia, avrebbe collaborato attivamente con gli associati del locale di ‘ndrangheta dei Mancuso di Limbadi offrendo loro un costante e concreto ausilio nel reperire ed ottenere autovetture sempre diverse, in modo da rendere più complesse e difficoltose le ricerche della polizia giudiziaria, oltre che la bonifica di autovetture dove erano collocate le microspie.

Il Riesame aveva confermato la misura cautelare in carcere, ritenendo fondate le argomentazioni del gip distrettuale che aveva emesso l’ordinanza, in ordine al ruolo ricoperto da Tavella nell’ambito dell’associazione. Successivamente, i difensori hanno proposto istanza al gip chiedendo la sostituzione della misura cautelare in carcere con quella degli arresti domiciliari. Rigettata l’istanza, i difensori hanno proposto appello al Tdl che ha ora concesso i domiciliari in Lombardia per affievolimento delle esigenze cautelari.

top