lunedì,Maggio 10 2021

Rinascita-Scott: i Piscopisani con il “locale” di Zungri e gli albanesi nel traffico di droga

Nuove contestazioni vengono mosse con l’avviso di conclusione indagini a Nazzareno Fiorillo, Valerio Navarra, Michele Fiorillo, Franco Papuzzo e Fabio De Gaetano

Rinascita-Scott: i Piscopisani con il “locale” di Zungri e gli albanesi nel traffico di droga
Nazzareno Fiorillo

Finisce anche Nazzareno Fiorillo, 55 anni, detto “U Tartaru”, di Piscopio – indicato nell’operazione “Rimpiazzo” come il capo “società” del clan dei Piscopisani – nell’avviso di conclusione indagini dell’operazione “Rinascita-Scott”. Con lui Michele Fiorillo (cl. ‘87), Franco Papuzzo, 69 anni, di Vibo Valentia, residente a Pieve a Nievole (Pt), Fabio De Gaetano, 40 anni, di Presinaci di Rombiolo, Valerio Navarra, 27 anni, di Rombiolo, Ydai Hoxhaj, 29 anni, albanese, Robert Lazaj, 48 anni, albanese residente a Firenze, Floriand Tahiraj, 37 anni, albanese residente a Calenzano (Fi) e Eduart Tahiraj, 49 anni, albanese, residente a Calenzano (Fi). Sono tutti accusati di aver preso parte all’importazione in Italia – trasportandolo dall’Albania – di 80 chili di marijuana. La sostanza stupefacente sarebbe stata commissionata dai calabresi (Nazzareno e Michele Fiorillo) ai fornitori albanesi e più precisamente: Eduart e Floriand Tahiraj avrebbero avuto il ruolo di fornitori, cedendo la sostanza stupefacente con la consegna che avvenuta a Fasano, in Puglia, ed il successivo trasporto di 38 chili di marijuana in Calabria ed altri 40 chili circa in Toscana. [Continua]

Valerio Navarra

Ruolo di garante ed intermediario con i fornitori albanesi, quello che avrebbe ricoperto Robert Lazaj, il quale avrebbe ricevuto da Valerio Navarra diverse somme di denaro, per un ammontare complessivo di almeno 6.000 euro, finalizzate a coprire parte del costo di acquisto dello stupefacente dai fratelli  Tahiraj.

Valerio Navarra e Franco Papuzzo a bordo di un’auto avrebbero quindi fatto da staffetta ad altro veicolo condotto dall’albanese Nazif Tushaj per il trasporto dei 38 chili di marijuana dalla Puglia a Vibo Valentia al cui acquisto con la somma di 2.500 euro avrebbero contribuito il 2 gennaio dello scorso anno Nazzareno e Michele Fiorillo. A comunicare a Navarra e Papuzzo la presenza di pattuglie dei carabinieri allo svincolo autostradale avrebbe invece provveduto Fabio De Gaetano.

Fabio De Gaetano

Gli altri 40 chili di marijuana sarebbero stati invece trasportati dalla Puglia alla Toscana dall’albanese Ydai Hoxhaj. Le contestazioni per i vibonesi sono aggravate dall’aver agevolato attraverso il traffico di droga il clan Accorinti di Zungri (per quanto riguarda Navarra, De Gaetano e Papuzzo) e il clan dei Piscopisani per quanto riguarda i due Fiorillo.

Tutti gli indagati avranno ora venti giorni di tempo per chiedere alla Dda di Catanzaro di essere interrogati o presentare eventuali memorie difensive.

LEGGI ANCHE: Rinascita-Scott: le imposizioni all’Eurospin e all’Intertonno

Rinascita-Scott: il traffico di droga gestito dai vibonesi con contatti in mezzo mondo

Rinascita-Scott: ecco tutti i nuovi 79 indagati – Nomi-Foto-Video

Rinascita-Scott: ecco tutti i nuovi 79 indagati – Nomi-Foto-Video

top