Questura di Vibo, cambio al vertice della Divisione anticrimine

Il Primo dirigente della Polizia di Stato subentra al collega Maurizio Antonucci, di recente assegnato al Commissariato San Lorenzo di Palermo
Il Primo dirigente della Polizia di Stato subentra al collega Maurizio Antonucci, di recente assegnato al Commissariato San Lorenzo di Palermo
Informazione pubblicitaria
La Questura di Vibo
Informazione pubblicitaria
Il Primo dirigente di Polizia Antonio Sepe

Da lunedì 6 luglio il primo dirigente della Polizia di Stato, Antonio Sepe, è alla guida della Divisione anticrimine della Questura di Vibo Valentia. Il questore Annino Gargano ha dato il benvenuto al nuovo funzionario, che ha preso il posto lasciato da Maurizio Antonucci, di recente assegnato al Commissariato “San Lorenzo” della Questura di Palermo. Sepe, 56 anni, originario di Napoli, è entrato in Amministrazione nel 1994 vincendo il concorso per vice ispettori. Al termine del corso di formazione, è stato assegnato alla Questura di Milano dove ha prestato servizio presso l’Ufficio Prevenzione generale e soccorso pubblico, Sezione “Volanti”.

Nel 1999, dopo aver vinto il relativo concorso, ha iniziato a frequentare il corso per vice commissario, al termine del quale è stato assegnato alla Questura di Reggio Calabria – Commissariato “Polo” di Siderno, in qualità di funzionario addetto. Presso tale ufficio, dal 2001, ha assunto la direzione della “Sezione Investigativa”. Nel novembre 2004, trasferito alla Questura di Caserta, ha diretto l’Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico e, a gennaio 2009, è stato assegnato alla Squadra Mobile dove, nel corso degli anni, ha diretto le Sezioni antirapina, antidroga e criminalità organizzata.

Dopo una permanenza al Commissariato distaccato di Marcianise quale dirigente, in data 6 maggio, grazie alla professionalità e alla lunga esperienza che lo ha visto impegnato nelle difficili realtà lavorative, Antonio Sepe ha ottenuto la promozione a Primo dirigente della Polizia di Stato, venendo poi assegnato alla Questura di Vibo Valentia.

Informazione pubblicitaria