Nuova intimidazione a Caroniti: malviventi tentano di incendiare un portone

Nel mirino l’abitazione di una 52enne già vittima insieme alla sua famiglia di altri episodi criminali. Il mese scorso diverse galline sono morte per il fuoco, mentre un cane è sfuggito all’impiccagione

Nel mirino l’abitazione di una 52enne già vittima insieme alla sua famiglia di altri episodi criminali. Il mese scorso diverse galline sono morte per il fuoco, mentre un cane è sfuggito all’impiccagione

Informazione pubblicitaria

Ancora intimidazioni a Caroniti, frazione del comune di Joppolo, su Monte Poro. Ed ancora nel mirino la famiglia Panzitta. Dopo i raid delle scorse settimane che hanno colpito auto, case e un casolare di campagna con l’incendio e la morte di diversi animali da cortile, ignoti malviventi hanno tentato nella notte di dare alle fiamme il portone di casa di Domenica Panzitta, 52 anni, del luogo. L’abitazione è ubicata a due passi dalla farmacia di Caroniti. Nonostante la famiglia nei giorni scorsi abbia provveduto a collocare un cancello in ferro a protezione della porta blindata della propria abitazione, ignoti dopo aver versato del liquido infiammabile hanno tentato di dare fuoco al portone.

I danni sono ancora in corso di quantificazione, anche se molto probabilmente l’intero portone blindato dovrà essere sostituito. La proprietaria – a cui già in passato ignoti hanno tentato di incendiare il portone di casa – ha provveduto stamane ad avvertire i carabinieri della locale Stazione da cui si aspettano risultati concreti che possano porre un freno all’ondata di violenza senza fine che ha colpito negli ultimi mesi il piccolo paese di Caroniti.

Oltre dieci le denunce inoltrate negli ultimi mesi ai carabinieri della Stazione di Joppolo, ma al momento nessuno dei malviventi è stato assicurato alla giustizia. Restano senza un nome ed un volto, quindi, anche gli autori del tentativo di impiccagione di un cane attraverso l’uso di una grossa catena e i malviventi che hanno infilzato alcune galline ai pali delle recinzioni in ferro della famiglia presa di mira. Un clima per nulla tranquillo a cui la comunità onesta di Caroniti di altri paesi del Vibonese non intende rassegnarsi.

Intimidazioni a raffica a Caroniti: auto, case ed animali dati alle fiamme

Caroniti: arrivano le telecamere di LaC e scatta l’aggressione contro i Punturiero (VIDEO)