Imponimento, dissequestrata azienda di calcestruzzo a Maierato

Il gip distrettuale ha accolto la richiesta della difesa di Giuseppe Ruccella, accusato di concorso in estorsione aggravata dalle finalità mafiose
Il gip distrettuale ha accolto la richiesta della difesa di Giuseppe Ruccella, accusato di concorso in estorsione aggravata dalle finalità mafiose
Informazione pubblicitaria

Il gip distrettuale, Pietro Carè, accogliendo l’istanza degli avvocati Francesco Sabatino e Marco Messina, ha disposto il dissequestro del complesso aziendale relativo alla Prev Calcestruzzi Srl, azienda di proprietà di Giuseppe Ruccella, operante a Maierato. Ruccella era stato tratto in arresto poiché destinatario di provvedimento di fermo nell’ambito dell’operazione Imponimento con l’accusa di concorso in estorsione aggravata dalle finalità mafiose e successivamente era stato scarcerato per difetto di gravità indiziaria. La vicenda riguarderebbe la fornitura di cemento in favore di Vincenzo Renda, secondo la Procura favorita da Giuseppe Barbieri esponente del clan Bonavota di Sant’Onofrio.