Marijuana dentro casa a Caroniti di Joppolo, assoluzione a Vibo

La scoperta della sostanza stupefacente era stata fatta dai carabinieri nel febbraio scorso al termine di una perquisizione
La scoperta della sostanza stupefacente era stata fatta dai carabinieri nel febbraio scorso al termine di una perquisizione
Informazione pubblicitaria

Il Tribunale monocratico di Vibo Valentia ha assolto per non aver commesso il fatto Alessandro Stanislao Mazzitelli, 42 anni, di Caroniti di Joppolo, arrestato nel febbraio scorso dai carabinieri (e poi posto all’obbligo di firma) al termine di una perquisizione domiciliare per la detenzione di 300 grammi di marijuana. La sostanza stupefacente era stata trovata dai carabinieri in uno scantinato dell’abitazione del giovane avvolta in un involucro di cellophane, già suddivisa in dosi e pronta per essere immessa sul mercato per la vendita al dettaglio. Dopo aver chiesto di essere giudicato con il rito abbreviato, l’imputato – in accoglimento delle argomentazioni dell’avvocato Patrizio Cuppari sulla mancata riconducibilità a Mazzitelli della marijuana rinvenuta – è stato assolto dal giudice Giorgia Ricotti.