Architettura e territorio, sette idee per la San Calogero del futuro

L’iniziativa è stata promossa da un pool di giovani neolaureati che hanno esposto una serie di avveniristici progetti per la riqualificazione del piccolo centro vibonese

L’iniziativa è stata promossa da un pool di giovani neolaureati che hanno esposto una serie di avveniristici progetti per la riqualificazione del piccolo centro vibonese

Informazione pubblicitaria
Il tavolo dei relatori a San Calogero

Sette progetti per San Calogero. Sette modi diversi di intendere e ripensare i luoghi, affidandosi alle soluzioni architettoniche più avveniristiche, per una migliore qualità della vita. E’ l’iniziativa promossa da un pool di professionisti neolaureati sancalogeresi, attraverso  la stesura e l’esposizione di una serie di progetti frutto del proprio lavoro di tesi di laurea. L’incontro, tenutosi nel pomeriggio di venerdì, nella sala convegni dell’ex Saub, è stato voluto e coordinato dall’amministrazione comunale, nella figura dell’assessore alla Cultura, Caterina Grillo, in collaborazione con il Dipartimento di Architettura e Territorio d’ArTe dell’Università degli studi Mediterranea di Reggio Calabria. L’evento rientrava nel quadro delle iniziative dedicate al “Maggio dei libri sancalogerese” che si protrarrà fino a giovedì 31 maggio.

Ad esporre i propri elaborati su siti e tematiche concernenti il territorio sancalogerese, sotto la supervisione dell’architetto Francesca Schepis, ricercatrice e assistente dell’Università di Reggio, sono stati gli architetti Michele Bagnato, Marco Petrolo, Antonella Rocco, Giovanna Melania Tripodi, Maria Saveria Zinnà, Stefano Zinnà e l’ingegnere Salvatore Grillo. I progetti hanno riguardato il ripensamento di strutture esistenti (il Tara village di Calimera), la riqualificazione di strutture “mai nate” (lo stabilimento Natura), nonché l’ideazione di un parco verde attrezzato e la costruzione di un teatro auditorium.

Alla conferenza erano presenti, tra gli altri, il presidente del Rotaract di Vibo Valentia, Gianluca Policaro, la responsabile del Servizio civile Caterina Carotenuto e il sindaco Nicola Brosio. Proprio quest’ultimo ha annunciato l’imminente avvio del bando d’appalto per i lavori del nuovo auditorium di località Licciardo e l’imminente messa in funzione del depuratore consortile di località Angri.