Carattere

Giunta al termine la nona edizione del concorso artistico internazionale. Iniziativa d’esordio per il neo presidente della Camera di commercio Antonio Catania   

L'esposizione al Museo Lìmen
Cultura

Mario Loprete con l’opera “B-Boy”, per la sezione “Artisti italiani e stranieri”, e Marco Manzo che con il suo “Tatuaggio ornamentale” ha ottenuto un riconoscimento speciale. Sono loro i vincitori del Premio internazionale Lìmen Arte, l’importante riconoscimento ideato dalla Camera di commercio di Vibo Valentia e giunto alla sua nona edizione. Ancora, la giuria specializzata ha premiato gli artisti emergenti della sezione “Accademia di belle arti” che ha ospitato, nell’attuale edizione, ben 70 opere realizzate dai giovani talenti provenienti dalle scuole di Reggio Calabria, Catanzaro, Vibo Valentia, Carrara e Roma. Otto i premiati: Marco Ronda (pittura), Pietro Pellegrini (scultura), Marcella Giannini (decorazione), Angelica Speroni e Gianmarco Savioli (grafica), Mattia Trabalza (fotografia), Malihe Kianian e Michael Mancini a ex-aecquo (multimedia).

Particolarmente significativa la cerimonia di premiazione svoltasi nella sede della Camera di commercio di Vibo alla presenza del neo presidente Antonio Catania, di Donatella Romeo, direttore del Museo d’Arte Limen, dei curatori Antonia Ciampi, Laura Caccia, Enzo Le Pera, nonché di artisti partecipanti all’esposizione, tra cui Pino Deodato a cui è stata dedicata la Sezione speciale dove ha proposto la sua mostra “L’uomo misura di tutte le cose”, curata da Giorgio Bonomi. Cerimonia che ha rappresentato, tra le altre cose, una delle prime iniziative curate direttamente dal nuovo responsabile dell’ente camerale, Antonio Catania. Ecco l'intervista:

 

 

 

Lacnews24.it
X

Seguici su Facebook