mercoledì,Aprile 24 2024

Carcere Vibo, il pranzo solidale per i detenuti riscuote successo

L’iniziativa natalizia tenutasi nella giornata odierna è stata adottata in 21 degli oltre 220 istituti italiani

Carcere Vibo, il pranzo solidale per i detenuti riscuote successo

Si è appena conclusa l’ennesima iniziativa natalizia presso il carcere di Vibo Valentia, consistita nella preparazione di un pranzo stellato a favore dei detenuti della Casa circondariale di Vibo Valentia. Il pranzo è stato consumato dai detenuti alla presenza di monsignor Attilio Nostro, accompagnato dai due cappellani don Macrì e don Pontoriero, del direttore Angela Marcello, del comandante Salvatore Conti, Giacinto Callipo e del notaio Beatrice Romano e Antonio Arcella in rappresentanza dell’associazione Prison Fellowship International – presieduta da Marcella Reni – che ha organizzato l’evento anche con la collaborazione di “rinnovamento nello spirito Santo” “Fondazione Alleanza Onlus” ed il Ministero della Giustizia. [Continua in basso]

Apprezzata la collaborazione della ditta “Tonno Callipo” che tramite Giacinto Callipo ha fatto servire il pranzo ai detenuti da parte dei giocatori di Pallavolo di serie A della “Tonno Callipo” unitamente ai volontari dell’Associazione. L’iniziativa in questione è stata adottata in 21 degli oltre 220 istituti della Nazione e per Vibo Valentia e la Calabria si è trattato, orgogliosamente della prima volta, anche grazie alle autorizzazioni del provveditore regionale Liberato Guerriero e del dirigente regionale dell’ufficio detenuti Giuseppina Irrera, che unitamente al direttore Angela Marcello al comandante Salvatore Conti hanno creduto in tale bella iniziativa natalizia assolutamente riuscita. All’evento hanno partecipato altresì la capo Area educativa Laganà e gli altri funzionari giuridico pedagogici, la mediatrice culturale ed i vari responsabili del reparto di Polizia Penitenziaria, oltre che alcuni insegnanti delle scuole presenti in Istituto (tecnico commerciale di Vibo Valentia, agroambientale e il centro istruzione adulti) insieme ad una rappresentanza dell’area sanitaria (guidata da Fortunato Crea) del penitenziario.

LEGGI ANCHE: Carcere di Vibo: l’Orchestra della Calabria si esibisce in un concerto di Natale per i detenuti

Suicidi in carcere, Simona Loizzo (Lega) chiede nuove misure e pene alternative

Articoli correlati

top