martedì,Giugno 25 2024

Tropea, i bambini della scuola primaria portano in scena “Romeo e Giulietta”

Il capolavoro di Shakespeare interpretato dalle classi terze A e C in occasione della chiusura dell’anno scolastico

Tropea, i bambini della scuola primaria portano in scena “Romeo e Giulietta”

Musica, balli, costumi d’epoca. In un clima di festa, anche quest’anno, si è concluso l’anno scolastico per le classi terze A e C della primaria di Tropea. In scena, il capolavoro di Shakespeare “Romeo e Giulietta”, rivisitato e adattato all’età dei bambini dalle insegnanti Anna Clelia Chianese e Claudia Grasso.

A soli 8 anni, i giovanissimi attori sono riusciti a calarsi perfettamente nei personaggi interpretando magistralmente l’opera. Una performance che ha entusiasmato la platea: «Il pubblico è rimasto compiaciuto per la bravura, la padronanza e la naturalezza dell’interpretazione dei bambini. L’attività didattica di drammatizzazione ha ampliato il curriculum formativo di ogni alunno», spiegano dalla scuola.

Il laboratorio teatrale

Il laboratorio teatrale ha avuto il merito di coinvolgere gli alunni delle due classi, «favorendo l’inclusività, la capacità di riflessione e permettendo a tutti di comprendere nuove realtà diverse dalle proprie sviluppando la creatività e la comunicazione di ogni singolo partecipante», aggiungono.

La storia di Romeo e Giulietta racconta «un amore tormentato di due ragazzi che si innamorano perdutamente, ma sanno di non poter essere felici perché provenienti da famiglie in lotta dove solo l’odio è presente. Ma l’amore è forte, Romeo e Giulietta sfidano il destino, si sposano in segreto e quando un orribile delitto turba di nuovo le loro vite, decidono di ricorrere ad un inganno. Sarà frate Lorenzo ad organizzare il tutto e usando un potente veleno fa addormentare i giovani che si risveglieranno per un finale clamoroso».

Una rappresentazione che ha acceso i riflettori sul tema dell’amore, capace di trionfare anche sulla morte. Ringraziamenti sono giunti all’indirizzo della maestra Anna Clelia che conclude la carriera lavorativa, «una maestra impeccabile che ha sempre lavorato con impegno e passione». L’evento è stato possibile grazie al sostegno delle maestre Caterina Di Bella e Marina Gugliotta, famiglie e collaboratori.

Articoli correlati

top