Rievocazione storica murattiana a Pizzo, oltre 100 i figuranti – Video

Tutto pronto per la spettacolare messa in scena di una delle pagine storiche più importanti della Calabria: lo sbarco, l’arresto e la fucilazione del re Gioacchino Murat
Tutto pronto per la spettacolare messa in scena di una delle pagine storiche più importanti della Calabria: lo sbarco, l’arresto e la fucilazione del re Gioacchino Murat
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Oltre 100 figuranti, alcuni dei quali provenienti dalla Francia, e poi un convegno internazionale, un concerto, una celebrazione eucaristica, un corteo e una spettacolare messa in scena di una delle pagine più importanti della storia in Calabria: lo sbarco, l’arresto, la condanna e la fucilazione del re Gioacchino Murat. Sono questi i momenti più significativi che caratterizzeranno la “Rievocazione storica murattiana” in programma sabato e domenica, il 12  e il 13 ottobre a Pizzo Calabro in occasione della morte di Murat, avvenuta proprio il 13 ottobre 1815 nella cittadina calabrese.
L’evento, promosso dalla associazione culturale “G. Murat onlus” e sostenuto con un contributo finanziario dalla Regione, è stato presentato in una conferenza stampa nella sede della giunta regionale.  “E’ un appuntamento importante sul piano culturale e soprattutto storico perché – ha spiegato l’assessore regionale alla Cultura, Maria Francesca Corigliano – ci consente di ripercorrere un periodo storico fondamentale per la Calabria. Ma la Rievocazione murattiana ha anche una valenza turistica, perché attirerà a Pizzo e in Calabria molte persone, che vorranno assistere a un evento suggestivo e molto particolare. Noi abbiamo inteso sostenerla con il Fondo Unico cultura perché è un’indubbia vetrina per il nostro immenso patrimonio culturale, storico e anche paesaggistico”.  
   
Secondo il presidente dell’associazione “G. Murat Onlus”, Giuseppe Pagnotta, “la Rievocazione murattiana che mettiamo in campo in questo fine settimana ha un respiro non solo nazionale ma anche internazionale, basti pensare che una trentina dei 100 figuranti verrà dalla Francia”. Il programma dell’evento, che ha come ospite d’onore la principessa Paolina Murat, prevede sabato 12 ottobre un convegno internazionale di storia europea, con uno spazio dedicato ai giovani, quindi un corteo storico murattiano, balli e danze dell’’800 e la “Cena del re” in costume d’epoca. Domenica 13 ottobre in mattinata il momento “clou” a Pizzo Calabro con la rievocazione dello sbarco, dell’arresto, della condanna e della fucilazione di Murat. (Agi)

Informazione pubblicitaria