Armonie della Magna Graecia riparte da Tropea – Video

Presentato ufficialmente il programma concertistico che si avvierà domenica 16 agosto a Palazzo Santa Chiara per protrarsi fino alla fine di ottobre
Presentato ufficialmente il programma concertistico che si avvierà domenica 16 agosto a Palazzo Santa Chiara per protrarsi fino alla fine di ottobre
Informazione pubblicitaria

«Nell’anno che verrà ricordato come quello del primo lockdown della storia del nostro Paese, la chiusura prima e la riapertura poi agli spettacoli nei teatri e negli auditorium, secondo strettissime regole sanitarie che ne hanno ridotto di due terzo la capienza, ha costretto gli Enti pubblici e le Associazioni a riprogrammare tutte le attività. In questo difficile contesto, Armonie della Magna Graecia ha ritenuto di iniziare una stagione di concerti con la ferma volontà di non creare discontinuità col passato».

È quanto afferma in un comunicato il maestro Emilio Aversano presentando la nuova stagione musicale di Armonia della Magna Graecia che ha scelto, quest’anno, di partire da Tropea. «Ciò in vista, anche e soprattutto, della candidatura a Capitale della Cultura 2022, che rappresenta per la città un’occasione importantissima per mostrarsi sul palcoscenico nazionale in tutto il fulgore del suo patrimonio storico e architettonico come città d’Arte. Un pensiero particolare va agli artisti che hanno scelto la Calabria come luogo d’adozione o di temporanea permanenza e che con l’occasione hanno ritenuto di ritornare nell’agone concertistico offrendo il loro contributo ad una causa che si prospetta lunga e irta di difficoltà, nonché ai giovani talenti calabresi, cui Armonie della Magna Graecia ha da sempre posto attenzione dando spazio alle loro performances. Di estremo rilievo ed importanza per la realizzazione degli eventi – prosegue Aversano -, inoltre, le collaborazioni in atto con le Serate musicali di Milano, l’associazione italiana che vanta un albo d’oro di artisti internazionali senza precedenti tra le organizzazioni concertistiche oggetto di finanziamento da parte del Fondo unico dello spettacolo, l’associazione Tropea musica e la Rete museale regionale diretta da Sergio Basile».

Il programma musicale è stato presentato ufficialmente nel corso di una conferenza stampa tenutasi al Comune di Tropea. Ringraziamenti, quindi, «per la ferma e decisa collaborazione, al sindaco Giovanni Macrì ed al presidente del Consiglio comunale Francesco Monteleone, oltre che alle attività ricettive e commerciali che hanno ritenuto di sostenere, oltre i limiti delle loro possibilità, gli eventi di questa prima parte di stagione».

I concerti si terranno sino alla fine di ottobre a Palazzo Santa Chiara. L’apertura ufficiale si terrà domenica 16 agosto alle 22 con una performance del maestro Aversano, che suonerà, oltre a brani di Schubert, Chopin e Beethoven, alcune sonate di Scarlatti che eseguirà al Teatro alla Scala nel 2021. Seguiranno, tra gli altri, i concerti del pianista Lucio Grimaldi (musiche di Gershwin e Morricone), il duo pianistico Sollini-Barbatano (musiche di Beethoven e Rachmaninov), il duo violino e pianoforte Donà-Fuga (musiche di Mozart e Faurè), il duo pianistico De Stefano (musiche di Beethoven), il clarinettista Salvatore Laureana (musiche di Mozart e Verdi) e il pianista compositore bergamasco Alessandro Fabiani, che presenterà un omaggio musicale alla sua città, tra le più colpite dal coronavirus, in ricordo delle numerose vittime.