Un Consorzio per il rilancio della Costa degli Dei, Mangialavori presenta la sua proposta di legge

L’Ente, finanziato annualmente con 15 milioni di euro, perseguirà obiettivi che vanno dal potenziamento delle infrastrutture stradali alla tutela dell’ambiente e alla riqualificazione dei centri abitati e delle aree industriali dismesse

L’Ente, finanziato annualmente con 15 milioni di euro, perseguirà obiettivi che vanno dal potenziamento delle infrastrutture stradali alla tutela dell’ambiente e alla riqualificazione dei centri abitati e delle aree industriali dismesse

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Un Consorzio di Comuni per far crescere la Costa degli Dei e trasformare le sue potenzialità turistiche in realtà. È questa l’idea che sta alla base della proposta di legge elaborata dal senatore Giuseppe Mangialavori. L’iniziativa del parlamentare sarà presentata ufficialmente venerdì 27 luglio (alle ore 18) a Tropea (Hotel Rocca Nettuno). All’evento parteciperanno rappresentanti istituzionali e del territorio, oltre a tutti i cittadini interessati allo sviluppo della costa vibonese. La proposta di Mangialavori prevede l’istituzione del “Consorzio Costa degli Dei” – costituito dai Comuni di Pizzo, Vibo Valentia, Briatico, Zambrone, Parghelia, Tropea, Ricadi, Joppolo e Nicotera -, per il quale lo Stato erogherà annualmente un contributo di 15 milioni di euro. Com’è noto, a partire dagli anni ‘70 il turismo ha cambiato le sorti di queste città e dei loro abitanti; sicché oggi è possibile affermare che il settore rappresenta la principale risorsa economica dell’area.

Informazione pubblicitaria

«Le potenzialità della Costa degli Dei, tuttavia – spiega Mangialavori -, non sono state pienamente sfruttate, a causa della presenza di strutture e infrastrutture non al passo coi tempi e di collegamenti del tutto insufficienti. Questa legge si pone l’obiettivo di implementare la vocazione turistica dell’area attraverso il potenziamento dei sistemi della ricettività, dei trasporti, della produzione, del marketing, senza mai derogare alla tutela dell’ambiente costiero e delle aree marine». La proposta di Mangialavori organizza il Consorzio quale ente morale per la durata di vent’anni, prorogabili per una sola volta a richiesta dei consorziati. Il suo statuto entrerà in vigore in seguito all’approvazione dei vari consigli comunali, che designeranno anche i loro rappresentanti.

Il Consorzio perseguirà obiettivi quali, tra gli altri, il potenziamento delle strutture e delle infrastrutture territoriali, con particolare riferimento al sistema stradale; la valorizzazione di tutti gli elementi culturali materiali e immateriali presenti nell’area; la tutela dell’ambiente costiero e di quello circostante alle aree marine; l’adozione di iniziative per rendere più accoglienti i centri abitati; la realizzazione di interventi per la riconversione di aree industriali dismesse. Mangialavori è sicuro: «Questa proposta di legge rappresenta un’occasione imperdibile per rilanciare definitivamente la Costa degli Dei e concretizzare le potenzialità, finora non pienamente espresse, di un’area che ha tutte le caratteristiche per diventare un punto di riferimento imprescindibile del turismo internazionale».