LaC Europa a Bruxelles per la Giornata delle porte aperte – Video

Il progetto del Gruppo Pubbliemme per raccontare le politiche di coesione delle regioni meridionali attuate grazie ai fondi comunitari

Il progetto del Gruppo Pubbliemme per raccontare le politiche di coesione delle regioni meridionali attuate grazie ai fondi comunitari

Informazione pubblicitaria

In occasione della festa dell’Europa che si celebrerà il 9 maggio, le istituzioni europee a Bruxelles aprono le porte ai cittadini il 4 maggio, dalle 10 alle 18. L’Ufficio Europa del Gruppo Pubbliemme è presente all’evento che si tiene nella cuore pulsante delle istituzioni europee, per raccogliere testimonianze dai funzionari europei e dai cittadini, a cui saranno presentate le azioni chiave del progetto LaC Europa, vincitore di un grant della Commissione Europea, dedicato al racconto delle politiche di coesione nel Sud Italia. La giornata “EU open doors” rappresenta un’opportunità unica per capire come le istituzioni europee lavorano e incidono sulla vita di milioni di cittadini. Per l’occasione saranno organizzate attività speciali, dibattiti pubblici e visite guidate negli edifici che popolano il quartiere europeo di Bruxelles. Il tema della giornata sarà “scegliere il proprio futuro”, con un chiaro riferimento alle elezioni che si terranno il 26 maggio in Italia, tramite cui gli elettori voteranno i membri del Parlamento europeo per i prossimi cinque anni. E proprio questi edifici, in Place du Luxembourg, ospiteranno i dibattiti pubblici aperti sul futuro dell’Europa e sulle attività delle commissioni, dei parlamentari e dei servizi di supporto. La casa degli Stati membri, ossia il Consiglio europeo e il Consiglio dell’Unione Europea, aprirà le porte alla spettacolare sala all’interno della quale i leader prendono le decisioni. I visitatori potranno osservare la struttura a lanterna dell’edificio, recentemente inaugurato. Spazio anche per le famiglie ed i bambini a cui saranno dedicate delle specifiche attività. La Commissione aprirà le porte del Berlaymont, che rappresenta la sede principale, e oltre 150 funzionari saranno pronti a spiegare il lavoro che fanno, condividere esperienze personali sulle politiche comunitarie, per avvicinare l’Ue ai suoi cittadini. Porte aperte anche al Comitato economico e sociale europeo, composto da rappresentanti della società civile e delle associazioni di protezione sociale, al Comitato delle Regioni che festeggia anche i 25 anni di attività, e il Garante europeo della protezione dei dati, che insieme alla Corte dei conti europea (quest’ultima ha sede in Lussemburgo), organizzerà degli stand sulla principale Rue de la Loi a Bruxelles, per permettere ai cittadini arrivati in città di conoscere le istituzioni da dentro.

Informazione pubblicitaria

LEGGI ANCHELaC Europa: Pubbliemme vince bando per comunicare le politiche Ue al Sud – Video