lunedì,Luglio 22 2024

Divieto transito mezzi pesanti a Vibo Marina, il sindaco: «Polemica surreale»

Maria Limardo: "Il mio dovere è tutelare prima di tutto i cittadini e la sicurezza pubblica”

Divieto transito mezzi pesanti a Vibo Marina, il sindaco: «Polemica surreale»
I depositi petroliferi fronte spiaggia a Vibo Marina
Maria Limardo

“L’amministrazione comunale ha il dovere di agire nell’interesse prioritario della cittadinanza ed a tutela della sicurezza pubblica. È su questo assunto che si fonda l’ordinanza 891 che limita il transito dei mezzi pesanti su viale delle Industrie e su via Vespucci a Vibo Marina, in determinate ore del giorno. Appare francamente surreale dover stare qui a spiegare i motivi, del tutto ovvii, e l’opportunità di limitare in piena estate il transito delle autocisterne in zone altamente frequentate dagli avventori delle spiagge e dei lidi balneari”. È il commento del sindaco Maria Limardo in merito alle polemiche sorte negli ultimi giorni sull’ordinanza del 24 luglio scorso. “Nel corso di un sopralluogo effettuato sulle spiagge nei giorni scorsi insieme ad alcuni consiglieri comunali – afferma il primo cittadino – ci siamo resi conto de visu della pericolosità della situazione in via Vespucci, creata dalla presenza di questi grossi mezzi contestualmente a quella dei tanti avventori. Questo sindaco ha ben chiare le necessità dei lavoratori impiegati nel settore degli idrocarburi, degli autisti e degli operatori dei depositi costieri. Ma ha altrettanto chiaro il dovere, in primis, di tutelare gli interessi della collettività e conferire una scala di priorità alle varie esigenze. Ricordo a me stessa, inoltre, che a differenza degli altri anni, quest’anno abbiamo il dovere di garantire una circolazione ottimale anche per ottemperare alle prescrizioni scaturite dalla modifica della curva di rischio della Meridionale Petroli, che oggi ricade totalmente all’interno dello stabilimento – altro successo di questa amministrazione – ma per la quale bisogna comunque tenere conto dei possibili eventi di panico. Ricordo ancora a me stessa che per consentire la massima fruibilità della spiaggia, anche quest’anno è stato aperto il parcheggio dell’eliporto, come avviene puntualmente dal mio insediamento, ed è anche per garantire il transito in sicurezza delle persone verso il mare che bisogna limitare il passaggio dei mezzi pesanti. Leggere determinate dichiarazioni, invece, mi lascia di stucco. Così come mi lascia di stucco apprendere che il Comune incasserebbe addirittura ‘milioni di euro’ di accise, quando è notorio che l’ente non percepisce un centesimo. Ad ogni modo l’amministrazione comunale è aperta ad eventuali modifiche migliorative, ma sono costretta a far presente che, fino ad oggi, qualunque tentativo di dialogo con i gestori, in questo senso, è stato pressoché vano”.

LEGGI ANCHE: L’ordinanza della Limardo “imprigiona” tonnellate di carburanti nei depositi di Vibo Marina – Video

Vibo Marina, il Comune vieta l’accesso in spiaggia tra via Aosta e via Pennello

top