L’ombra di un secondo dissesto sul Comune di Vibo: Russo: «Inascoltato il nostro allarme»

L’esponente del Pd ricorda l’interrogazione presentata nel 2017 con la quale il gruppo consiliare paventava i rischi incombenti sulle finanze dell’Ente: «Quei timori si sono rivelati fondati»   

L’esponente del Pd ricorda l’interrogazione presentata nel 2017 con la quale il gruppo consiliare paventava i rischi incombenti sulle finanze dell’Ente: «Quei timori si sono rivelati fondati»   

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

«Era il 26 ottobre del 2017 quando, come gruppo consiliare del Pd, attraverso un’interrogazione lanciammo l’allarme sul possibile secondo dissesto al Comune di Vibo Valentia. Quei pochi documenti che avevamo a disposizione, furono sufficienti a farci rendere conto della critica situazione finanziaria in cui l’ente stava nuovamente precipitando. Ovviamente la risposta, che ancora conservo, fu molto evasiva e priva di contenuti seri e purtroppo le nostre preoccupazioni si sono rilevate veritiere». 

Informazione pubblicitaria

È quanto afferma in un comunicato stampa il capogruppo del Partito democratico in consiglio comunale a Vibo, Giovanni Russo, commentando con preoccupazione l’attuale situazione finanziaria dell’ente vibonese. «Troppo distratta la maggioranza dai problemi di tenuta politica – afferma l’esponente democrat -, per interessarsi dei problemi reali della città, allora come oggi. Una maggioranza che in tre anni ha solo peggiorato le condizioni economiche dell’ente portandolo sull’orlo del secondo dissesto. A questo punto bisogna chiedere al sindaco Costa e agli assessori della sua Giunta, cosa hanno fatto in questi tre anni affinché ciò fosse evitato? In che modo e attraverso quali provvedimenti, l’attuale maggioranza ha almeno tentato di evitare che ciò potesse avvenire?». 

Per il capogruppo Russo: «Nessuna delle nostre preoccupazioni, che purtroppo si sono verificate fondate, sono state ascoltate. Perché provenivano dal Pd, che sta all’opposizione. Un gruppo quello del Pd che ho l’onore di guidare che si è sempre dimostrato responsabile nello svolgere il suo ruolo. Ricordo, ancora quando, durante l’ultimo consiglio comunale del 26 marzo 2018 ci venne detto da assessori e dirigenti (ascoltare lo streaming) che il Comune si trovava già fuori dal dissesto. Quanto si sta verificando è un vero e proprio disastro, finanziario e politico, di cui i vibonesi devono esserne informati nei dettagli. Non si può assolutamente sottacere su una situazione che farebbe piombare la città per chissà quanti anni ancora nel baratro. Ciò comporterebbe alle ditte che hanno eseguito lavori per il Comune ed i fornitori di ricevere solo una piccola parte del compenso con conseguenze di fallimento o licenziamento degli operai. Una città in cui la crisi economica stenta ad alleviarsi non può permetterselo».

LEGGI ANCHE:

Comune Vibo, interrogazione del Pd: “I conti non tornano e il dissesto rischia di aggravarsi”