Sel Calabria azzera tutto e riparte alla volta di “Sinistra Italiana”

L’assemblea regionale ha votato per l’azzeramento della segreteria e la costituzione di un coordinamento che dovrà gestire la fase di transizione verso il nuovo soggetto politico della sinistra. Ne farà parte anche la vibonese Nancy Valente.

L’assemblea regionale ha votato per l’azzeramento della segreteria e la costituzione di un coordinamento che dovrà gestire la fase di transizione verso il nuovo soggetto politico della sinistra. Ne farà parte anche la vibonese Nancy Valente.

Informazione pubblicitaria
La recente iniziativa di Sel a Pizzo
Informazione pubblicitaria

Un coordinamento si occuperà di guidare Sel Calabria nella fase di transizione verso la costruzione del nuovo soggetto politico “Sinistra Italiana”. È quanto è emerso al termine dell’assemblea regionale di Sinistra ecologia e libertà, svoltasi nelle scorse settimane a Lamezia Terme, alla presenza di Maria Pia Pizzolante del coordinamento nazionale di Sel, che all’unanimità ha deciso di azzerare la segreteria regionale e nominare Angelo Broccolo, Mario Melfi, Gianni Speranza e Nancy Valente e il tesoriere Franco Barretta, come componenti del coordinamento che dovrà guidare il partito calabrese in questa particolare fase di transizione.

Informazione pubblicitaria

L’assemblea regionale si è svolta alla luce delle conclusioni emerse il 12 dicembre scorso a Seminaria, il workshop organizzato da Sel Calabria a Pizzo, che ha visto riunirsi molte anime vicine al partito ma provenienti da altri mondi e dalle diverse espressioni della società civile. «Si avvia, dunque – si legge in una nota -, una nuova fase organizzativa e politica di Sel Calabria con un’organizzazione più leggera e dinamica in grado d’interpretare nel miglior modo possibile il momento di trasformazione che Sel sta per affrontare».
Obiettivo dichiarato «ripartire dai territori, riconquistare sfere e sensibilità di sinistra e che orbitano attorno a Sel, un coinvolgimento ampio e plurale delle assemblee locali, dei singoli e di tutti i movimenti pronti ad affiancare la nuova Sinistra Italiana per le battaglie e le vittorie comuni».

Non sono mancati accenni critici all’indirizzo della giunta regionale calabrese: «le speranze suscitate oltre un anno fa, sono ben lontane dall’essersi concretizzate – dichiarano da Sel -; sul piano politico-istituzionale, nonostante l’ottima affermazione de “La Sinistra”, il presidente Oliverio ed il Pd regionale hanno optato per un governo monocolore, disattendendo gli impegni assunti in fase pre-elettorale. In un anno, nessun incontro ufficiale di Sel né con il partito del presidente della Regione né col presidente stesso».

Nei prossimi giorni spetterà alle assemblee locali mettere rapidamente in calendario incontri e iniziative utili alla discussione di questa fase di ricostruzione e rilancio della sinistra in Calabria e in vista delle prossime amministrative. Dall’assemblea regionale, è infine arrivato «un ringraziamento a Elisabetta Piccolotti del coordinamento nazionale di Sel, per la sensibilità dimostrata e il contributo offerto al partito calabrese in questo percorso di cambiamento e rilancio».