Vibo verso le elezioni, scende in campo un comitato civico

Si autodefinisce «folto gruppo di giovani accomunati dall’amore per la città» e si rivolge a «tutte le forze sane, associazioni, movimenti e cittadini liberi per elaborare un programma condiviso»

Si autodefinisce «folto gruppo di giovani accomunati dall’amore per la città» e si rivolge a «tutte le forze sane, associazioni, movimenti e cittadini liberi per elaborare un programma condiviso»

Informazione pubblicitaria

Associazioni e movimenti già in fermento in vista dell’avvio della campagna elettorale per il rinnovo del consiglio comunale di Vibo Valentia a seguito delle dimissioni contestuali di 26 consiglieri comunali che hanno sancito la fine anticipata del mandato del sindaco Elio Costa. A gettare un sasso nello stagno dal di fuori degli schieramenti politici tradizionali (che già hanno registrato una presa di posizione del centrodestra – attraverso la chiamata all’appello del senatore Giuseppe Mangialavori – e del Movimento 5 Stelle con l’annuncio del deputato Riccardo Tucci) è ora quello che si autodefinisce «un folto gruppo di giovani, accomunati dall’amore per il proprio territorio» riunitosi con un obiettivo ben preciso: «dare inizio ad un percorso ben strutturato, finalizzato a stravolgere radicalmente le condizioni della città di Vibo Valentia». Dallo stesso gruppo, strutturatosi in comitato civico, giunge «un accorato appello rivolto a tutte le forze sane della città, alle associazioni, ai movimenti, e a tutti i cittadini liberi che credono in un nuovo modo di fare politica. Per risollevare le sorti della città serve un programma condiviso e un progetto per la città, indipendentemente dai colori politici. L’intento è di avviare una fase di ascolto per giungere a definire le linee guida e gettare le basi per un impegno concreto per la città. Il tutto – spiega il comitato -, ovviamente non può che partire dai giovani, principali attori del futuro, ai quali spetta di coltivare nuove speranze e nuove prospettive per la città. Ecco, quindi, che si costituisce un comitato civico. L’obiettivo è chiaro: aggregare e capire per poter agire nel modo più opportuno ed efficace. Solo unendo le forze, possiamo auspicare al concetto tanto speculato di “miglioramento”, che, adesso più che mai, deve diventare realtà. L’idea – si spiega in conclusione – è quella di confrontarsi con associazioni, movimenti o qualsiasi realtà genuina operante sul territorio, indipendentemente da colori politici, per realizzare una vera e propria fucina di proposte e progetti che possano fornire nuova linfa a questo contesto sociale, martoriato da innumerevoli problematiche».

LEGGI ANCHEComune Vibo, Mangialavori: «Ripensare il futuro della città»

Comune Vibo, il Movimento Cinque Stelle per la prima volta scende in campo