mercoledì,Settembre 28 2022

Elezioni a Ionadi, il sindaco Antonio Arena: «Ho cercato di essere il primo cittadino di tutti»

E sul vicesindaco Corigliano candidata nella lista avversaria: «Classico “salto della quaglia”, attendo ancora le sue dimissioni». "Stoccata" pure per Signoretta: «Da consigliere ha sfiduciato assessori oggi presenti nella sua lista»

Elezioni a Ionadi, il sindaco Antonio Arena: «Ho cercato di essere il primo cittadino di tutti»
La sede del Comune
Il sindaco di Ionadi Antonio Arena
Il sindaco Antonio Arena

Fra poco più di venti giorni i cittadini di Ionadi saranno chiamati a decidere se rinnovare il mandato all’attuale sindaco Antonio Arena, oppure se dare fiducia al suo antagonista Fabio Signoretta. L’odierno primo cittadino si ripropone agli elettori nella «piena convinzione dell’ottimo lavoro svolto nell’arco degli scorsi cinque anni di consiliatura». Nello specifico, il sindaco Arena si dice «conscio del fatto che un programma elettorale che nel 2017 sembrava quasi irrealizzabile e un “libro dei sogni”, nonostante le enormi difficoltà finanziarie dell’ente, è stato invece in gran parte attuato o è in fase di completamento. Abbiamo avviato e attivato un percorso virtuoso – spiega il primo cittadino uscente – che ci viene riconosciuto da tutti. Adesso – sottolinea a Il Vibonesechiediamo ai nostri concittadini che ci venga riconfermata la fiducia affinché possiamo portarlo a compimento nella sua interezza, arricchendolo di ulteriori contenuti. Appena insediatoci abbiamo trovato una situazione finanziaria disastrosa e un solo cantiere semi avviato in via Marconi, tra l’altro tramite l’erogazione di un mutuo con la Cassa Depositi e Prestiti. Siamo partiti da lì per creare un’infinità di cantieri, alcuni in corso di esecuzione. Per quanto ci riguarda, utilizziamo il Pnrr come strumento di innovazione già dagli anni scorsi. Oggi riusciamo a vederne i frutti. Allo stato – aggiunge – abbiamo risanato il bilancio del Comune e abbiamo a disposizione quasi un milione di euro per la riqualificazione e la messa in sicurezza del territorio, in fase di progettazione anche con i Comuni limitrofi. La base per poter proseguire nella realizzazione di una Ionadi migliore c’è tutta, ai nostri concittadini chiedo che ci venga concesso di farlo». [Continua in basso]

L’abbandono del vicesindaco schierata con lista avversaria

Il vicesindaco Nicolina Corigliano

Il sindaco Arena, a questo punto evidenzia la qualità della sua squadra, «composta in buona parte da elementi della maggioranza attuale, rafforzata da giovani qualificati che hanno tanta voglia di fare». E il discorso, inevitabilmente, non può non interessare anche il “caso politico” in corso, riguardante l’attuale vicesindaco e assessore Nicolina Corigliano, in lizza alle prossime elezioni del 12 giugno nella lista avversa “Per Jonadi”, capitanata da Signoretta.
«Qualcuno – sottolinea a tal proposito Arena – in modo ingiustificato e per motivi ancora a noi ignoti ha deciso di fare il classico “salto della quaglia”. Ancora attendo di ricevere una spiegazione in merito da chi, è bene ricordarlo, riveste ancora oggi l’incarico di assessore e vicesindaco, non avendo il sottoscritto ricevuto alcune dimissioni al riguardo. Accogliamo con grande serenità la decisione della Corigliano di sposare un progetto diverso. Non accettiamo, tuttavia, la contrapposizione che qualcuno cerca di dare tra vecchio e giovane, se non altro in termine di età media dei candidati nelle due liste. Rimane poi da capire cosa si intenda per nuovo. Signoretta, infatti, è già stato consigliere comunale, sfiduciando il sindaco dell’epoca con tanto di assessori che oggi sono presenti nella sua lista».

La fusione dei Comuni

Tra i temi trattati, anche il “Progetto Valentia” teso alla fusione dei Comuni. «L’iniziativa è interessante. Tuttavia – spiega l’attuale sindaco di Ionadi – prima di poter dire se aderire o no a un progetto del genere è opportuno fare studi concreti, basati su dati oggettivi. Soprattutto, non bisogna andare dietro a filoni partitici e non bisogna pensare di poterli calare dall’alto. Sono d’accordo sul fatto che gli Enti abbiano bisogno di una riorganizzazione, non bisogna però far perdere loro la propria identità. Tra l’altro, la compartecipazione tra Comuni è già in atto. Rimane poi da capire quali siano i vantaggi reali per il singolo territorio». In conclusione, lo sguardo viene nuovamente rivolto alle prossime elezioni comunali. «La maggioranza “Ionadi nel Cuore” – sottolinea Arena – ha già dimostrato di voler e saper governare bene e per continuità amministrativa ha voglia di portare avanti i progetti in itinere e quelli futuri. In questi anni abbiamo lavorato indistintamente per tutti. Io, personalmente, da innamorato del proprio paese ho cercato di essere il sindaco di tutti, mettendo a disposizione con umiltà la mia esperienza».

Articoli correlati

top