“Contro l’Europa delle frontiere”, la mozione federalista approda in Consiglio

Iniziativa di Movimento federalista europeo e Gioventù federalista europea per portare all’attenzione dell’assise cittadina il nodo della gestione dei flussi migratori e delle frontiere esterne.

Iniziativa di Movimento federalista europeo e Gioventù federalista europea per portare all’attenzione dell’assise cittadina il nodo della gestione dei flussi migratori e delle frontiere esterne.

Informazione pubblicitaria

Nei prossimi giorni la sezione vibonese del Movimento federalista europeo/Gioventù federalista europea porterà all’attenzione del consiglio comunale di Vibo Valentia una mozione “Contro l’Europa delle frontiere”.

Grazie alla disponibilità del consigliere comunale Antonio Lo Schiavo, gli euro-federalisti vibonesi proveranno a mettere al centro della discussione del civico consesso, e dunque di tutta la pubblica opinione vibonese, un tema molto discusso nel dibattito pubblico nazionale ed europeo: la gestione dei flussi migratori e delle frontiere esterne.

Le continuative e persistenti violazioni dei trattati europei da parte di alcuni stati membri Ue, quali l’Austria, l’Ungheria e la Polonia, stanno mettendo a dura prova la libera circolazione delle persone all’interno dell’Unione europea, con l’innalzamento di muri e fili spinati che di fatto violano i principi del trattato di Schengen.

Tutto questo per far fronte all’immane flusso migratorio (composto in gran parte da donne e bambini) proveniente dalle zone guerra come la Siria e l’Iraq.

Per il Movimento federalista europeo di Vibo Valentia la soluzione alla gestione dei migranti, e dunque alla gestione delle frontiere esterne Ue e della sicurezza europea, non può essere un ritorno alle frontiere e alla chiusura nei confini nazionali.

Per i giovani federalisti europei vibonesi la soluzione consiste in una politica comune di gestione dei flussi migratori, e in politica comune di controllo delle frontiere esterne Ue, grazie anche l’istituzione di una polizia di frontiera comune controllata dalla Commissione europea e dall’europarlamento.

La mozione “Contro l’Europa delle frontiere” verrà presentata, la prossima settimana, con una conferenza stampa alla presenza del consigliere comunale Antonio Lo Schiavo, e di alcuni membri della locale sezione del Movimento federalista europeo/Gioventù federalista europea.