venerdì,Marzo 1 2024

Serra, la minoranza chiede un Consiglio comunale aperto sulla questione ospedale

Secondo Procopio, Tassone, Figliucci e Regio serve cercare un'altra sede per la Casa della comunità: «Non possiamo rischiare che vada a sostituire integralmente le prestazione ospedaliere»

Serra, la minoranza chiede un Consiglio comunale aperto sulla questione ospedale
L'ospedale di Serra San Bruno

I consiglieri di minoranza di Serra San Bruno Antonio Procopio, Luigi Tassone, Biagio Figliucci e Vito Regio chiederanno la convocazione di un Consiglio comunale aperto per chiedere lo spostamento dell’allocazione della Casa della comunità. «Chiediamo che venga individuata un’altra struttura rispetto ai locali dell’ospedale San Bruno – spiegano gli esponenti dell’opposizione – perché, tralasciando per il momento ogni discorso sull’idoneità dei locali attualmente scelti, pensiamo che nel lungo periodo i servizi offerti dalla Casa della comunità possano andare a sostituire integralmente le prestazione ospedaliere e questo è un rischio che non possiamo permetterci. La popolazione delle Serre, costituita per buona parte da anziani, non può arretrare di un millimetro dopo le privazioni subite negli ultimi 15 anni». [Continua in basso]

I cittadini e il sindaco in protesta davanti alla Cittadella regionale

Procopio, Tassone, Figliucci e Regio rilevano che «all’incontro in Cittadella (dopo il sit-in del Comitato San Bruno, ndr) non si è presentato il presidente della Regione Calabria e commissario alla Sanità Roberto Occhiuto ma dei tecnici che hanno rassicurato sul mantenimento della classificazione del ‘San Bruno’ come ospedale di montagna». Ciò non è considerato «sufficiente», anche se rappresenta almeno «un punto di partenza».

«È opportuno – sostengono – che l’ospedale e la Casa della comunità siano delle entità distinte e separate, perché ogni tipo di confusione deve essere evitata. Pertanto – aggiungono – nel Consiglio comunale ribadire al sindaco ed alla maggioranza la nostra posizione che è quella di trovare una nuova e più funzionale allocazione per la Casa della comunità. Vogliamo impegnare l’intero Consiglio nella ricerca di un’altra sede per la Casa della comunità per poi inviare la deliberazione all’Asp di Vibo Valentia ed al commissario alla Sanità Roberto Occhiuto per i successivi adempimenti». I consiglieri promettono infine di «mantenere alta l’attenzione sul rispetto degli impegni che sono stati presi e sulla loro corretta esecuzione».

LEGGI ANCHE: Ospedale di Serra e riconversione, sit-in di protesta a Catanzaro

Il Comitato San Bruno dopo il sit-in a Catanzaro: «Dalla Regione rassicurazioni sull’ospedale di Serra»

Articoli correlati

top