martedì,Febbraio 7 2023

Vibo, Luciano sull’azzeramento dei fondi vincolati: «Da Limardo informazioni poco corrette»

L'esponente di Azione e componente gruppo consiliare “Al Centro”: «Non è vero che sia accaduto grazie all’opera di risanamento da parte del Comune»

Vibo, Luciano sull’azzeramento dei fondi vincolati: «Da Limardo informazioni poco corrette»
Il Comune di Vibo e, nei riquadri, Maria Limardo e Stefano Luciano

«Leggo sulla stampa le dichiarazioni del sindaco Limardo, secondo le quali, l’azione di risanamento economico messa in campo dall’amministrazione avrebbe azzerato i fondi vincolati. In altri termini, ancora una volta il sindaco esalta l’attività di gestione dei conti operata a suo parere dalla sua giunta. Come al solito, si ripetono slogan privi di fondamento ed il sottoscritto ancora una volta, ritiene opportuno smentire ricostruzioni poco corrette per adempiere al proprio dovere istituzionale che è quello di fare un’opposizione costruttiva nei riguardi di un sindaco che ha promesso tanto e fatto poco». Ad affermarlo in una nota è Stefano Luciano, esponente di Azione e componente gruppo consiliare “Al Centro”. [Continua in basso]

Prosegue il consigliere comunale: «I punti che evidenzio sono tre:

  1. Il sindaco non può parlare di opera di risanamento dell’Ente, in quanto, ad oggi, non sono disponibili i dati tecnici e contabili consuntivi che sono i soli dati certi sulla base dei quali è possibile stabilire se un risanamento esiste effettivamente o meno. Tali dati saranno disponibili solo nei prossimi mesi in occasione dell’approvazione del consuntivo.
  2. Per stessa ammissione pubblica da parte del sindaco a mezzo stampa, in data 6.01.2023, il servizio riscossione presenta delle criticità e questo dato non va nella direzione del risanamento dei conti dell’Ente, diversamente da come oggi il Sindaco tenta di fare apparire.
  3. Non risulta vero che i fondi vincolati sono stati azzerati grazie all’opera di risanamento da parte del Comune, ma solo in virtù di devoluzioni operate dallo Stato che hanno permesso di acquisire delle somme specifiche.

I tre punti concreti e riscontrabili documentalmente – aggiunge Luciano – parlano da soli e rivelano la debolezza di un sindaco che per recuperare un consenso che ha perso tenta in tutti i modi di rilanciare la propria immagine simulando un’attività amministrativa efficiente ed efficace. Tengo a chiarire che io mi auguro vivamente che vi sia un risanamento economico perché ho sempre pensato che il dissesto è un problema serio per la nostra città, ma mi batterò con ogni forza allorquando l’amministrazione dovesse tentare, come fatto anche questa volta, di veicolare notizie non corrette ai cittadini che hanno diritto a conoscere e sapere sempre e comunque la verità».

Articoli correlati

top