martedì,Giugno 25 2024

Conti al Comune di Vibo, Luciano replica alla maggioranza: «Si mistifica palesemente la verità»

L'esponente di Azione: «Il mio obiettivo è fare il bene della città cercando di impedire che il sindaco possa amministrare attraverso slogan e mezze verità»

Conti al Comune di Vibo, Luciano replica alla maggioranza: «Si mistifica palesemente la verità»
Il Comune di Vibo e, nei riquadri, Maria Limardo e Stefano Luciano
Stefano Luciano
Stefano Luciano

“L’intervento ad adiuvandum dei componenti della maggioranza rappresenta una difesa temeraria del sindaco che produce però l’effetto contrario e cioè quello di rafforzare le mie argomentazioni relativamente al presunto risanamento contabile del Comune”. Così Stefano Luciano a margine della replica dei gruppi di maggioranza al Comune di Vibo Valentia, che tramite i capigruppo Nico Console (Forza Italia), Gerlando Termini (Città futura) e Antonio Curello (Fratelli d’Italia) –, avevano a loro volta replicato alle dichiarazioni dell’esponente di Azione, in merito all’azzeramento dei fondi vincolati da ricostituire. “A tal proposito, basti evidenziare il primo dei rilievi critici che ho mosso sulla stampa – prosegue Luciano – e cioè che il sindaco ha tentato con le solite strumentalizzazioni di fare passare il messaggio secondo il quale nel Comune di Vibo i fondi vincolati sarebbero stati ripianati grazie all’attuale amministrazione. In verità, per stessa ammissione dei consiglieri di maggioranza, i fondi sono stati ripianati grazie ad un intervento dello Stato tanto che nella replica indirizzata al sottoscritto viene citata proprio la legge statale che ha previsto la devoluzione di danaro pubblico direttamente nella casse del Comune”. [Continua in basso]

“Peraltro – aggiunge Luciano – si tenta di fare solo polemica mistificando palesemente la realtà. I fondi da ricostituire al 31.01.2019 come da parere dei revisori in pari data ammontavano a circa dieci milioni di euro e non già a 24 milioni di euro per come e affermato dai consiglieri e le devoluzioni statali pari a 15 milioni di euro hanno coperto interamente i fondi vincolati. Ovviamente la somma indicati dai consiglieri (24 milioni) è
stata inventata all’unico fine di esaltare il presunto lavoro del Sindaco e della giunta in relazione al risanamento che invece, si ribadisce è avvenuto con i soldi statali. Da qui, la fondatezza del mio ragionamento, che ha ricondotto a verità la vicenda dei fondi vincolati. Parimenti fondato è sostenere che ad oggi, non avendo ancora approvato il bilancio consuntivo non appare possibile stabilire se vi sia o meno risanamento perché non vi sono i dati. Questa è una questione di diritto: il bilancio consuntivo è
competenza del consiglio comunale e nulla hanno a che vedere sul piano giuridico le determine dei dirigenti per come erroneamente sostenuto dai consiglieri di maggioranza che dimostrano una scarsa conoscenza delle procedure contabili comunali”. [Continua in basso]

“Ancora, nel comunicato – in riferimento alla replica della maggioranza consiliare – si assume che le devoluzioni statali sarebbero state favorite dal Piano di riequilibrio finanziario approvato dalla maggioranza. In verità, tale piano è stato bocciato dalla Corte dei Conti che in proposito ha persino fatto riferimento ad artifici contabili. Ora, ricollegare l’intervento statale ad un piano bocciato è davvero paradossale – chiosa Stefano Luciano – e rende l’idea della inconsistenza delle argomentazioni proposte dalla
maggioranza
che come sempre sono solo finalizzate a fare “scena”.
Concludo ribadendo che non ho votato il Piano di riequilibrio unitamente agli altri colleghi di opposizione perché da uomo di diritto non avrei mai votato un provvedimento errato giuridicamente per come accertato dalla Corte dei Conti, pur volendo decisamente evitare il dissesto. Qualora si portasse in aula un Piano di riequilibrio corretto non esiterei a votarlo ed evidenzio come il mio obiettivo è fare sempre e comunque il bene della città cercando di impedire che il sindaco possa amministrare attraverso slogan e mezze verità”.

LEGGI ANCHE: Vibo, la maggioranza replica a Luciano: «Vano tentativo di screditare la Giunta»

Vibo, Luciano sull’azzeramento dei fondi vincolati: «Da Limardo informazioni poco corrette»

Articoli correlati

top