Pizzo, Forza Italia lancia la sfida a Callipo

Riunione organizzativa alla presenza dei coordinatori provinciale e comunale, Mangialavori e Muzzì. Due le questioni sul piatto: il referendum di ottobre e l’opposizione al governo cittadino

Riunione organizzativa alla presenza dei coordinatori provinciale e comunale, Mangialavori e Muzzì. Due le questioni sul piatto: il referendum di ottobre e l’opposizione al governo cittadino

Informazione pubblicitaria
Il Comune di Pizzo

Si è svolto martedì sera presso un noto locale nei pressi della cittadina napitina un incontro preliminare alla presenza del coordinatore provinciale di Forza Italia Giuseppe Mangialavori, della coordinatrice cittadina Carmen Muzzì e di altri rappresentanti del partito della sezione cittadina.

«Dall’incontro – si legge in una nota – è emersa la netta e decisa volontà della locale sezione e del partito di dover prepararsi all’imminente appuntamento consultivo del referendum costituzionale che si terrà nell’autunno prossimo». Mangialavori, al riguardo ha dichiarato: «È importante riunire le forze del no referendario sia partitiche che associative e fare fronte comune ad una riforma destinata all’inefficacia o, addirittura, a peggiorare lo status quo».

Idea condivisa dalla coordinatrice cittadina Carmen Muzzì e dal consigliere comunale Pasquale Perri. «Con l’occasione – hanno fatto sapere gli interessati – si sottolinea che la riorganizzazione del partito a livello locale permetterà di entrare in contatto con i cittadini per ascoltare le varie problematiche, cercando di risolverle laddove possibile».

Nel contempo, è stata manifestata una «totale apertura alle forze partitiche, politiche ed associative che intendono contrastare l’attuale amministrazione. Netta e decisa quindi l’opposizione al governo cittadino che in ben oltre quattro anni non ha saputo minimamente attuare quanto prefissatosi con il suo programma elettorale, fallendo ogni obiettivo dichiarato e seguendo, così, “degnamente” le orme del Pd nazionale».