domenica,Aprile 18 2021

L’INTERVENTO | Marasco: «Il Pd ha smarrito la rotta dei diritti»

Valutazioni negative sull’operato dei governi nazionale e regionale. «Nessuno - afferma l’esponente di Sinistra italiana - può dire che oggi la Calabria sia migliore di sei anni fa»

L’INTERVENTO | Marasco: «Il Pd ha smarrito la rotta dei diritti»

Pochi giorni fa si è celebrato il congresso Provinciale del Partito Democratico. In questo territorio, è già una notizia che ci sia qualche partito che elegga i suoi dirigenti provinciali in un congresso. Auguriamo buon lavoro a Enzo Insardà, ringraziamo per l’invito ricevuto e facciamo queste considerazioni in merito al documento politico diffuso già qualche giorno prima e poi approvato in sede di congresso. Considerazioni politiche sui “quattro impegni per costruire il Pd”, senza entrare nelle polemiche e nelle lacerazioni interne del partito, che hanno visto alcune assenze al congresso.

Enzo Insardà acclamato segretario: un “uomo di partito” per un Pd lacerato

Ci chiediamo solo se le assenze siano motivate da divergenze politiche: poche voci di sinistra si distinguono dall’unanime coro renziano del Pd vibonese; piuttosto, qualcuno ha preso talmente alla lettera il “patto del Nazareno”, da appoggiare Forza Italia alla Provincia.

La minoranza azzoppa il congresso Pd: «Nessun accordo con chi gioca a dividere»

Sul primo impegno la differenza con Sinistra Italiana è netta. Le “coraggiose riforme istituzionali, sociali ed economiche” di Matteo Renzi non ci trovano per niente entusiasti e non crediamo affatto che il Jobs Act , lo “Sblocca Italia”, la “Buona scuola” o le riforme costituzionali trovino le loro radici nell’Ulivo, né tantomeno che abbiano “suscitato consensi nuovi attorno al Pd”. Il Referendum costituzionale di ottobre ci troverà inevitabilmente su fronti contrapposti; del resto, un partito che vuole l’Italicum e ha una “vocazione maggioritaria” conseguentemente e logicamente non vuole stringere alleanze con nessuno.

Il discorso è diverso quando, nel secondo impegno, si parla di politica regionale e locale e di come affrontare la crisi che travaglia il Vibonese: qui riappare la parola “centro-sinistra”, con valori sicuramente condivisibili, quali solidarietà, equità e diritti. Ma i diritti sociali sono stati lesi dal Governo nazionale, che ignora la proposta di legge su una forma dignitosa di reddito minimo garantito, e anche i diritti civili non sono ancora espressi: in Italia manca un reato di tortura e la componente di centrodestra del Governo ha intenzione di rimandare la discussione alle calende greche; speriamo che sorte migliore abbia la proposta di legge di legalizzazione della cannabis, che proprio in questi giorni approda in Parlamento. E non parliamo del topolino partorito dalla legge-montagna sulle unioni civili: anche senza l’adozione dei figli di uno dei due coniugi, trovo discriminante e offensivo non chiedere l’obbligo di fedeltà alle coppie omosessuali! Sinistra Italiana è a favore di queste proposte di legge che darebbero più diritti e dignità a milioni di italiani, e il Pd? Quanto potere di veto hanno i suoi alleati di governo? Vedremo comunque i rappresentanti di quali partiti e movimenti saranno al nostro fianco a Tropea sabato prossimo, per una simbolica solidarietà ai manifestanti del Calabria Gay Pride.

Gli ultimi due impegni promettono un maggiore sforzo del Pd per lo sviluppo del territorio e per il governo della Regione, seguendo un modello di crescita sostenibile, solidale, innovativa e fondata sulla legalità. Come non essere d’accordo? Soprattutto dopo le recentissime inchieste giudiziarie sulla commistione tra politica e criminalità organizzata… Eppure il tanto auspicato cambiamento di rotta da parte della maggioranza del presidente Oliverio, in cui noi stessi confidavamo, a un terzo del mandato stenta a vedersi; prova ne sono gli esiti nelle recenti elezioni amministrative.

Lo scorso 25 Luglio, in una riunione del Coordinamento Regionale presieduta da Alfredo D’Attorre, Angelo Broccolo di Corigliano è stato eletto all’unanimità Coordinatore Regionale Provvisorio di Sinistra Italiana. Tutti i compagni del Vibonese auguriamo buon lavoro a Angelo Broccolo, un medico “guevariano” che vanta una lunga militanza nella sinistra calabrese e una vicinanza al popolo riconosciuta da tutti: nelle ultime elezioni regionali è stato uno dei più votati nella lista “La Sinistra”, in sostegno al presidente Oliverio.

Oggi Sinistra Italiana ha molte critiche da muovere al Governo regionale… Questo non vuol dire, però, che la delusione per l’operato del Pd faccia dimenticare i disastri sociali e morali lasciati in eredità da chi ha governato la nostra Regione nel quinquennio precedente: con tutto il rispetto per le persone e con tutto il garantismo possibile, alzi la mano chi pensa che la Calabria di oggi sia migliore di quella di sei anni fa.

*Segretario provinciale di Sinistra italiana

top