Amministrative a Pizzo, il Meetup cinque stelle ha il suo candidato a sindaco

La presentazione ufficiale questa mattina nel punto d’incontro della città napitina. La scelta passa ora al vaglio del Movimento per la certificazione

La presentazione ufficiale questa mattina nel punto d’incontro della città napitina. La scelta passa ora al vaglio del Movimento per la certificazione

Informazione pubblicitaria
La candidata a sindaco del Meetup Pizzo, Carmen Manduca

È Carmen Manduca, insegnante di inglese in servizio a Briatico, la candidata a sindaco del Meetup del Movimento 5 Stelle di Pizzo, comune del Vibonese che andrà al voto nelle prossime elezioni. La presentazione ufficiale questa mattina nel punto d’incontro sito in Via Nazionale.

«Ci siamo messi all’opera e ci siamo proposti come potenziali candidati, abbiamo studiato un programma pensando al futuro di Pizzo, al suo sviluppo economico, sociale e turistico». Ad aprire i lavori è stato Michele Nadile attivista del Meetup: «Abbiamo organizzato tavoli di lavoro, abbiamo recepito messaggi e problematiche della cittadina andando nelle piazze e nei quartieri. La scelta passa ora alla sede centrale del Movimento. In caso di esito positivo si tratterà del primo comune dell’intera provincia di Vibo ad avere una lista certificata del M5s».

La parola passa poi alla candidata del Meetup che dopo una breve presentazione snocciola programma e obiettivi del Movimento: «Nel nostro gruppo non c’è nessun potente di turno. Nel nostro movimento non c’è sistema gerarchico, la burocrazia ci impone di trovare un referente e io mi considero tale».

Precisa ancora: «Il nostro è un programma che non prevede opere faraoniche, vuole semplicemente garantire l’ordinario. Non parlerò – continua – né di cambiamento né di nuovo, termini obsoleti e umiliati, parlo invece di giustizia e verità. Lo scopo è restituire dignità e decoro a questo paese ricco di risorse e ridare l’orgoglio a tutti i cittadini di essere pizzitani».

Presenze significative all’incontro, a concludere i lavori i deputati rappresentanti del M5s Dalila Nesci e Paolo Parentela che hanno coralmente espresso la soddisfazione per il percorso “pentastellato” che anche Pizzo si accinge di intraprendere.