Comunali a Pizzo, anche Antonio Borrello è della partita

L’ex consigliere regionale starebbe lavorando ad una propria lista. In campo anche il centrodestra

L’ex consigliere regionale starebbe lavorando ad una propria lista. In campo anche il centrodestra

Informazione pubblicitaria

Si moltiplicano gli annunci, gli incontri, i tentativi di compromesso in vista delle elezioni della prossima primavera che vedranno i cittadini di Pizzo, uno dei centri più importanti del Vibonese e città rivierasca a forte vocazioni turistica, chiamati a scegliere la nuova amministrazione comunale.

Due le certezze: la ricandidatura, con una lista civica a profonda impronta Pd, del primo cittadino uscente Gianluca Callipo e la discesa in campo del Movimento Cinque Stelle che schiera ai nastri di partenza l’insegnante di inglese Carmen Manduca. Ma qui viene il bello. Quando i giochi sembravano ormai fatti con una corsa a due tra il renziano e i grillini, ecco il terzo incomodo.

Pd, Raffaello Molè confermato alla guida del Circolo di Pizzo

Negli ultimi giorni pare, infatti, abbia acquisito una rinnovata vitalità l’ex consigliere regionale Antonio Borrello che sarebbe pronto a scompaginare il quadro proponendo agli elettori un proprio progetto, al quale i soliti bene informati dicono abbia già aderito il “compagno ribelle” Franco Procopio.

Resta il nodo della leadership. Borrello, da politico di lungo corso, tiene le carte rigorosamente coperte. Mentre tesse la tela intorno alla sua candidatura, starebbe già meditando il “colpo di teatro” con la sua rinuncia all’ultimo istante, giusto in tempo per tirare la volata ad una sua fedelissima (ma in grado più di lui di penetrare in bacini elettorali storicamente a lui ostili), ossia l’ex assessore comunale Giusy Federico.

Amministrative a Pizzo, il Meetup cinque stelle ha il suo candidato a sindaco

E non finisce qui. Il centrodestra locale, o quello che ne rimane, non vuole stare a guardare e verosimilmente tenterà di uscire dall’impasse avanzando una propria proposta. Più facile a dirsi che a farsi. Soprattutto dopo l’uscita di scena di Francescantonio Stillitani.

Staremo a vedere. Intanto in un noto locale cittadino si è tenuto un incontro interlocutorio: da qualche parte bisogna pur cominciare.