venerdì,Aprile 16 2021

“Fare con Tosi”: costituito a Vibo il nuovo Comitato dirigente

Il movimento politico che fa capo a sindaco di Verona si radica in città con l'ampliamento dei propri organismi

“Fare con Tosi”: costituito a Vibo il nuovo Comitato dirigente

“Una politica che persegua il bene comune e si trasformi in buona amministrazione”. Questo l’auspicio del percorso politico avviato anche a Vibo Valentia dal movimento Fare guidato dal sindaco di Verona, Flavio Tosi. “Un movimento al quale si stanno avvicinando sempre più persone – hanno affermato Costantino Massara e Davide Licata, rispettivamente coordinatore provinciale e cittadino di Fare – perché attratti da una politica concreta e vicina alla gente, in grado di far emergere e valorizzare le tante potenzialità inespresse di una città capoluogo e di un territorio provinciale ormai da troppo tempo abbandonati e lasciati soli a se stessi. Da qui l’esigenza davanti ad una politica elitaria che si chiude a riccio e non è più capace di ascoltare e farsi interprete dei bisogni reali delle persone di favorire la partecipazione attiva dei cittadini, facendoli divenire protagonisti di una nuova stagione politica che, oggi più che mai, – secondo Massara e Licata – è necessario avviare in a Vibo e in Calabria”.

Il Comitato cittadino di Vibo Valentia del movimento politico “Fare con Tosi” ha, dunque, ampliato i propri organismi dirigenti con l’inserimento di: Cesare Bianco, Basilio Valente, Alberto Burello, Franco Russo, Cristina Chiarella, Rosalba Polistena, Alessandro Novelli, Francesco Belsito, Nuccio Cosso, Mimmo Muratore, Tonio Prestia, Sebastiano D’Agui, Massimo Giannini e Antonello Denami.

“Cittadini che intendono spendersi per avviare un nuovo rinascimento politico a Vibo, in Calabria e in Italia – ha sostenuto Franco Massara, dirigente regionale del movimento – per ridare slancio e prospettiva ad un Paese impaludato e risposte celeri e risolutive ai tanti problemi che la stragrande maggioranza degli italiani vive e affronta quotidianamente in maniera sempre più rassegnata”.

top