Regionali, dati definitivi: il Vibonese avrà tre consiglieri – Video

Uno di maggioranza e due d’opposizione, compreso il presidente perdente Pippo Callipo. A bocca asciutta candidati che hanno conquistato migliaia di preferenze
Uno di maggioranza e due d’opposizione, compreso il presidente perdente Pippo Callipo. A bocca asciutta candidati che hanno conquistato migliaia di preferenze
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Il risultato è ufficiale e definitivo: la provincia di Vibo Valentia avrà tre consiglieri regionali. Uno di maggioranza, ed è Vito Pitaro della lista Santelli presidente, che ha totalizzato 5.023 preferenze. Gli altri due d’opposizione: il presidente perdente, Pippo Callipo; e il candidato del Partito democratico Luigi Tassone, con 5.351 preferenze.

Al termine del conteggio, dunque, restano tagliati fuori candidati che avevano ottenuto migliaia di preferenze, come Francesco De Nisi, a cui non sono bastati 6.994 voti, che ha dovuto lasciare il passo a Sinibaldo Esposito, che ha superato i 10mila. A bocca asciutta anche gli altri venti aspiranti consiglieri vibonesi: i due candidati della Lega, Antonio Piserà (1.405) e Cesella Gelanzè (494); Alfonso Grillo (2.654) della Casa delle libertà; Tonino Daffinà (1.390) e Maria Grazia Pianura (991) di Forza Italia; Fausto De Angelis (670) e Bruno Rosi (566) di Fratelli d’Italia; Vincenzo Pasqua (2.261) e Romano Mazza (1.816) di Santelli presidente; Marco Martino (2.849) dell’Udc.

Nel centrosinistra, quindi, non ce l’hanno fatta né Domenico Consoli (3.675) né Antonio Lo Schiavo (3.486) di Io resto in Calabria. Né Raffaele Mammoliti (5.281) del Partito democratico. Né Michele Mirabello (3.404) e Tiziana De Nardo (293) di Democratici e progressisti. Delusione anche per i candidati del Movimento 5 Stelle, Umberto Militare (384) e Pino Tropeano (374), così come Francesco Valenzise (84) di Calabria civica. Niente da fare neanche per Nicola Rombolà (559) di Tesoro Calabria.

Informazione pubblicitaria