mercoledì,Maggio 12 2021

In bici tra le bellezze delle Serre, presentato il progetto della ciclovia – Video

Un milione di euro per riqualificare 150 chilometri di strade che attraversano tre province: riunione tra i Parchi di Serre e Aspromonte e amministratori locali

In bici tra le bellezze delle Serre, presentato il progetto della ciclovia – Video
La riunione nella sede della Provincia di Vibo

Centocinquanta chilometri di ciclovia per attraversare in bicicletta tre province ammirando le bellezze dell’entroterra calabrese. È un progetto del valore di circa un milione di euro quello presentato oggi a Vibo Valentia con il duplice obiettivo di sistemare in qualche modo la disastrata viabilità interna ed offrire uno sfogo a quella fetta di turismo lento, fatto di viaggi in bici, fino ad oggi poco valorizzato specie nel Vibonese.

All’appuntamento hanno partecipato i Parchi naturalistici delle Serre e dell’Aspromonte, nelle persone del direttore Francesco Pititto e del responsabile del procedimento Silvia Lottero, gli amministratori provinciali Salvatore Solano, Domenico Anello e Matteo Umbro e i sindaci dei primi tre territori interessati: Francesco Fazio di Fabrizia, Francesco Angilletta di Mongiana e Antonio De Masi di Nardodipace.

Da sinistra, i sindaci Fazio, Angilletta e De Masi

Solano, che conosce bene le condizioni della viabilità da anni abbandonata, con interi territori isolati, ha voluto mettere in guardia i colleghi sindaci: «Non raccontiamo ai cittadini che sistemeremo le strade definitivamente, non si tratta di un intervento risolutivo. Ma in ogni caso è un intervento importante, per cui chiedo agli enti interessati di fare il possibile per concentrarsi sulle parti critiche». Anello ha evidenziato come la ciclovia parta «nel punto peggiore della Sp 94», spiegando che l’incontro serviva preliminarmente per un «coordinamento tra enti», e ricordando il finanziamento del Por regionale con cui sono stati finanziati i Parchi e quindi le ciclovie. «Si è iniziato a pulire le strade per bitumarne alcuni tratti, ma è necessario controllare che i lavori procedano spediti». Anello ha chiarito che si tratta di «una ciclovia e non di una pista ciclabile», e quindi sarà semplicemente delimitata sulla stessa carreggiata principale tramite segnaletica orizzontale e verticale, e sistemazione delle parti deteriorate.

I dettagli degli interventi li ha illustrati il direttore del Parco delle Serre Francesco Pititto: «Noi ci occuperemo di 140 km, il 60% dei quali in provincia di Vibo e il 40% in quella di Catanzaro. Data la situazione particolarmente difficile della viabilità del Vibonese – ha evidenziato Pititto – abbiamo concentrato la maggior parte delle risorse, circa 600mila euro, per il Vibonese. Ad esempio, un tratto intero di 7 km, da Fabrizia all’incrocio di località Ninfo, verrà completamente rifatto. In generale si procederà con la fresatura, la pulizia delle cunette, la realizzazione di binder e tappetini dove possibile, oltre a tutta la segnaletica orizzontale e verticale». Un altro tratto particolarmente interessato è quello che va da Arena a Serra, lungo la ex statale 110, e da Arena al bivio di Arena.

Entro una settimana partiranno i lavori, che dovrebbero essere completati a fine settembre, per un tratto che parte da Canolo, in provincia di Reggio, per finire nella zona di Caraffa/Sarrottino, nel Catanzarese. Pititto ha infine annunciato che la Regione a breve pubblicherà un bando per finanziare attività collegate al mondo delle ciclovie, e destinato ai soli Comuni interessati dal tratto di ciclovia in questione.

Silvia Lottero ha evidenziato la necessità – che è la ratio di questi finanziamenti Por – di portare la gente, e quindi un turismo green e sostenibile, in queste zone spesso dimenticate ed abbandonate. Un’occasione per valorizzare e riqualificare una porzione di territorio calabrese tra le più belle dal punto di vista naturalistico.

top