Anemie a patologie collegate, a Pizzo il seminario medico

Aggiornamento dedicato agli specialisti del settore al centro New Delta. Obiettivo: offrire un’adeguata formazione per una corretta conoscenza del paziente

Aggiornamento dedicato agli specialisti del settore al centro New Delta. Obiettivo: offrire un’adeguata formazione per una corretta conoscenza del paziente

Informazione pubblicitaria
Il tavolo dei relatori

Nuovo appuntamento con la formazione medico-scientifica al New Delta di Pizzo dove nei giorni scorsi diverse professionalità mediche si sono ritrovati per il corso di aggiornamento incentrato sul tema “Le anemie e le patologie correlate”, al quale hanno dato il loro contributo, tra gli altri, il direttore sanitario del centro Giuseppe Gambardella, il presidente dell’Ordine dei medici Antonino Maglia, il primario di Pediatria dell’ospedale di Vibo Salvatore Braghò, il direttore sanitario della Multimed Giuseppe Loiacono e il professore di Endocrinologia dell’Università di Catania Francesco Frasca. Con loro anche la reumatologa Lucia Morgante, il dirigente di chirurgia dell’Asp di Messina Francesco Cannavò, il presidente della Simg Romeo Aracri e lo specialista in oncoematologia Pasquale Iacopino, al quale è stata affidata la lezione magistrale sulle nuove frontiere nella prevenzione e cura delle anemie. Il tutto è partito dalla considerazione statistica per la quale il 24,8% della popolazione mondiale è anemica, percentuale che in Italia ha punte anche del 19%. Una patologia che non colpisce solo i Paesi in via di sviluppo. «Obiettivo del corso – si legge in una nota – è stato quello di offrire un’adeguata formazione e aggiornamento per una corretta conoscenza del paziente con anemia in relazione alle diverse patologie che possono determinarla e alle prospettive terapeutiche. Un’indagine a tutto campo, senza perdere di vista le diverse fasi, aspetto diagnostico e terapeutico e gli accorgimenti necessari per prevenirla, oltre che diagnosticarla e curarla in modo adeguato, offrendo a chi ne soffre uno stile di vita migliore e in grado di arginare le possibili patologie ad essa collegate». Nel corso dei lavori, ai quale ha portato il saluto il professor universitario dell’ateneo di Messina, Antonio Pugliese, neo presidente dell’associazione “Orazio Catarsini”, sono state annunciate alcune delle prossime iniziative che vedono il centro tra i promotori, tra queste la pubblicazione di importanti ricerche scientifiche condotte da giovani laureati calabresi e siciliani e finanziate dall’associazione “Orazio Catarsini” e dal centro New Delta. Una testimonianza, questa, di come la ricerca scientifica stia prendendo corpo anche nel Vibonese, distinguendosi per merito nel più complesso panorama della ricerca internazionale.