giovedì,Febbraio 29 2024

Sanità Vibo, il commissario Asp ascoltato dalla III Commissione del Consiglio regionale

La richiesta di audizione era stata avanzata dai consiglieri Lo Schiavo e Mammoliti. Tra i temi affrontati, la carenza di personale e i ritardi nella costruzione del nuovo ospedale

Sanità Vibo, il commissario Asp ascoltato dalla III Commissione del Consiglio regionale
Giuseppe Giuliano, commissario Asp di Vibo

È stato ascoltato oggi dalla III Commissione Sanità del Consiglio regionale della Calabria il commissario straordinario dell’Asp di Vibo Valentia, Giuseppe Giuliano. La richiesta di audizione era stata avanzata congiuntamente, nei mesi scorsi, dai consiglieri regionali Antonio Lo Schiavo e Raffaele Mammoliti per sviscerare le numerose problematiche che interessano la sanità pubblica nel territorio provinciale. Con particolare riferimento all’iter di costruzione della nuova struttura ospedaliera, alla carenza del personale sanitario, alla riorganizzazione della rete sanitaria territoriale, alla problematica delle liste d’attesa e a diverse altre criticità che riguardano la garanzia del diritto alla salute dei cittadini. Invitati a relazionare e presenti ai lavori i consiglieri proponenti l’audizione, Antonio Lo Schiavo e Raffaele Mammoliti. [Continua in basso]

Per il consigliere Lo Schiavo: «La vicenda della costruzione del nuovo ospedale di Vibo Valentia è inquietante ed emblematica dei ritardi del nostro territorio. Un’opera attesa da oltre un ventennio il cui iter è stato caratterizzato da ritardi, sequestri e vicende giudiziarie, finanche da problematiche di natura idrogeologica. C’è, tra i cittadini, una grande sfiducia in merito alla realizzazione dell’opera e io auspico che ci sia, da parte dell’Asp e della Regione, maggiore chiarezza e trasparenza sui tempi di realizzazione e che s’informi la cittadinanza sull’avanzamento dei lavori tramite una pagina web dedicata. Nelle more di tutto ciò, l’ospedale Jazzolino versa in condizioni molto critiche con il Pronto soccorso, in particolare, oggetto di grandi criticità e anche di aggressioni ai danni di medici che non hanno più la serenità per svolgere la propria funzione. Poi, non va dimenticata la questione delle liste d’attesa, aspetto che tocca drammaticamente la vita delle persone e che non può più essere sottovalutato. Lo stato d’emergenza della sanità vibonese – ha sottolineato quindi Lo Schiavo – non può essere affrontato alla stregua di altri casi, perché qui le problematiche sono molto più gravi che altrove e richiedono un intervento straordinario da parte della politica, cui non è più concesso il gioco dello scaricabile. Il diritto alla salute è il primo presidio democratico dei nostri territori e come tale deve essere garantito».

L’esito della discussione in Commissione Sanità sarà al centro di una conferenza stampa congiunta che i consiglieri Lo Schiavo e Mammoliti terranno sabato 18 febbraio, alle ore 10.30, nella sede del Centro servizi al volontariato, in via Angelo Savelli, a Vibo Valentia.

LEGGI ANCHE: Nuovo ospedale di Vibo, arriva l’ennesimo rinvio per l’inizio dei lavori: «Forse a metà marzo…» – Video

Una sola Tac in funzione per un’intera provincia: rotte quelle degli ospedali di Vibo e Serra

Articoli correlati

top