sabato,Giugno 22 2024

Coronavirus, scuole chiuse. Il Governo: “Tuteleremo le famiglie”

Dubbi da parte del Comitato scientifico sull’efficacia del provvedimento. Intanto il Consiglio dei ministri prefigura misure di sostegno per chi deve assentarsi dal lavoro

Coronavirus, scuole chiuse. Il Governo: “Tuteleremo le famiglie”
Una scuola di Vibo (repertorio)

E’ ufficiale: scuole chiuse da domani fino al 15 marzo. “Per il governo non è stata una decisione semplice, abbiamo deciso di sospendere le attività didattiche fino al 15 marzo”, ha detto il ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina parlando a Palazzo Chigi. “Non è la prima volta che ci troviamo ad affrontare emergenze nazionali, ma siamo un Paese forte, un Paese che non si arrende. E’ nel nostro Dna. La sfida del coronavirus non ha colore politico, deve chiamare a raccolta l’intera nazione, è una sfida che ha bisogno dell’impegno di tutti”, dice il premier Giuseppe Conte in un video su Facebook.

Ma il Comitato scientifico esprime perplessità: mancano le evidenze scientifiche sull’efficacia della chiusura delle scuole ai fini di un contenimento dei contagi da coronavirus. Sarebbe questa, secondo quanto riportato dall’Ansa, la posizione espressa dal Comitato tecnico scientifico nella riunione che ha poi portato il governo alla conferma della decisione di chiudere scuole e università. Il parere, che non è vincolante per l’esecutivo, sarebbe stato sottoscritto all’unanimità da tutti i membri del Comitato. [Continua]

Coronavirus Calabria, i vescovi sospendono anche catechismo e oratori

“Si tratta di un virus nuovo, per questo il governo ha deciso di agire adottando il principio della massima precauzione”. Così fonti di palazzo Chigi commentano la posizione del Comitato scientifico, interpellato oggi dall’esecutivo, secondo la quale non ci sarebbero evidenze scientifiche che supportino la decisione di chiudere scuole e atenei per combattere il coronavirus. “E’ evidente che ora non ci siano evidenze scientifiche ma la politica – si spiega – deve puntare a qualsiasi iniziativa che contribuisca a rallentare la diffusione del virus”.

Per l’emergenza coronavirus “per alcuni investimenti adotteremo il modello del ponte Morandi. Ricordate Genova? – dice il premier, Giuseppe Conte, in un videomessaggio – Quel modello ci insegna che quando il nostro Paese viene colpito sa rialzarsi, sa fare squadra, sa tornare più forte di prima. Il modello Genova deve diventare il modello Italia”. E aggiunge “Usciremo insieme da questa emergenza. Quando sarà terminata volgeremo lo sguardo indietro e saremo orgogliosi” per come è stata gestita.

Tutele per i lavoratori

“Ci stiamo muovendo con la massima celerità e determinazione a tutela dei lavoratori pubblici e privati. È in fase di definizione una norma che prevede la possibilità per uno dei genitori, in caso di chiusura delle scuole, di assentarsi dal lavoro per accudire i figli minorenni. Ne ho già parlato con il ministro Gualtieri e gli altri competenti”, ha detto il viceministro all’Economia Laura Castelli.

“Sappiamo che la chiusura delle scuole comporta la necessità di riorganizzare la vita familiare. Ho già proposto misure di sostegno e aiuto alle famiglie: sostegno economico per le spese di babysitting e estensione dei congedi parentali per le lavoratrici e i lavoratori. Una particolare attenzione la dobbiamo alle famiglie del personale sanitario che è mobilitato a servizio di tutta la popolazione. Sono certa che sapremo mettere in campo rigore e serietà”. Lo afferma Elena Bonetti, ministro le la Famiglia.

Il punto della Protezione civile 

Sono 2.706 i malati per coronavirus in Italia, con un incremento di 443 persone in più rispetto a ieri e 107 i morti, 28 in più. Il nuovo dato è stato fornito dal commissario Angelo Borrelli nel corso della conferenza stampa alla Protezione Civile. Sono 276 i guariti, 116 in più rispetto a ieri. L’aumento è del 72,5%, il maggiore registrato negli ultimi giorni. Nel mondo 3.200 morti per l’infezione, oltre 93mila contagi, 50.700 guarigioni.

Il decreto

E’ arrivato il via libera definitivo dell’Aula del Senato al decreto. Il testo è stato approvato a Palazzo Madama con 234 voti a favore, cinque astenuti e nessun contrario.

L’Oms avverte: uccide più dell’influenza 

Il coronavirus causa ‘una malattia più grave dell’influenza stagionale: a livello globale, circa il 3,4% dei casi riportati di Covid-19 è deceduto mentre l’influenza stagionale generalmente uccide molto meno dell’1% di quelli infetti’. Così l’Oms. Prima prova che il coronavirus circolava in Italia ‘diverse settimane’ prima che ci fosse la diagnosi del paziente uno di Codogno.

Piano per le terapie intensive

Piano del Governo per aumentare i posti di terapia intensiva sul territorio. Il ministero della Salute prevede un incremento del 50% dei posti letto in terapia intensiva e del 100% nelle unità di pneumologia e malattie infettive. Allarme Oms: nel mondo mancano dispositivi protettivi, dalle mascherine ai guanti: le aziende aumentino la produzione del 40%. 

top