Sclerosi multipla, l’Aism attiva lo sportello d’ascolto a Ionadi

Si tratta di un servizio di supporto, operativo nella sede provinciale, per affrontare pratiche come accertamento dell’invalidità civile, patente, collocamento, informazione e orientamento su agevolazioni fiscali e contributi

Si tratta di un servizio di supporto, operativo nella sede provinciale, per affrontare pratiche come accertamento dell’invalidità civile, patente, collocamento, informazione e orientamento su agevolazioni fiscali e contributi

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Si rafforza l’impegno dell’Associazione italiana sclerosi multipla (Aism) nella provincia di Vibo Valentia. La sezione provinciale ubicata a Ionadi, infatti, da martedì 17 attiverà all’interno della propria sede un apposito sportello dedicato a chi si trova a combattere con questa crudele malattia, valido servizio di supporto per affrontare pratiche come accertamento dell’invalidità civile e dello stato di handicap, contrassegno, patente, collocamento mirato, di informazione e orientamento su agevolazioni fiscali e contributi, diritto allo studio, oltre che per dare risposte personalizzate a bisogni specifici.

Informazione pubblicitaria

Tale attività si sommerà alle tante altre che la realtà territoriale dell’Aism elargisce giornalmente a favore delle persone alle prese con questa cronica patologia. Nel Vibonese, la sezione provinciale offre già trasporti, con un mezzo attrezzato per la carrozzina utile ad accompagnare le persone che hanno necessità di visite o di fisioterapia, ritiro e consegna dei farmaci, eventi di informazione e sensibilizzazione, con la partecipazione di illustri medici e ricercatori, specializzati sull’argomento sclerosi multipla, ma anche eventi di socializzazione e di aggregazione, gruppi di confronto, supporto psicologico e consulenza legale.

«Servizi molteplici resi possibili – sottolinea al riguardo l’associazione – solo grazie ai tanti sostenitori che supportano la sezione provinciale in ogni manifestazione di raccolta fondi, dalla gardenia, alla mela, alle stelline. Un ringraziamento speciale è d’obbligo farlo ai volontari che scendono in piazza, che sono cuore, anima e braccia di Aism: si tratta di associazioni del territorio, di parroci o singole persone che decidono di sposare la causa e la “mission” di Aism, che è “un mondo libero dalla sclerosi multipla”, a testimonianza che insieme è possibile promuovere il cambiamento e, in una terra che giornalmente è oggetto di notizie di violenza, soprusi e cronaca nera, rappresenta un esempio concreto di unione, condivisione e solidarietà per l’intero Paese”. Mercoledì 4, sabato 7 e domenica 8 ottobre, anche nella provincia di Vibo Valentia i volontari sono scesi in piazza per distribuire i sacchetti di mele, nell’ambito della manifestazione di solidarietà nazionale “La Mela di Aism”. Un evento organizzato allo scopo di raccogliere fondi per la ricerca, negli ultimi anni devoluti per lo più a progetti di studio sulla sclerosi multipla pediatrica, ma anche per finanziare i servizi che erogano le singole sezioni.