Nomine nella sanità, è ufficiale: Giuliano e Procopio a Catanzaro, Bernardi torna a Vibo Valentia

Piena condivisione tra il commissario ad acta Guido Longo ed il presidente facente funzioni della Regione Calabria Nino Spirlì
Piena condivisione tra il commissario ad acta Guido Longo ed il presidente facente funzioni della Regione Calabria Nino Spirlì
Informazione pubblicitaria
In alto da sinistra Giuliano, Bernardi e Procopio. In basso da sinistra Spirlì e Longo

Il commissario dell’Asp di Vibo Valentia Giuseppe Giuliano promosso alla guida dell’Azienda ospedaliera Mater Domini di Catanzaro. A Vibo Valentia viene destinata, invece, Maria Pompea Bernardi, e si tratta di un ritorno. Vergano il decreto sia il commissario alla Sanità Guido Longo, sia il presidente della Regione facente funzioni Nino Spirlì, una firma contestuale che, a ben vedere, non ha precedenti. Ma c’è un’altra nomina, particolarmente significativa per la provincia di Vibo Valentia, tra quelle operate, e riguarda la designazione di Francesco Procopio alla guida dell’Azienda ospedaliera Pugliese Ciaccio di Catanzaro.

Procopio è stato direttore amministrativo aziendale a Vibo Valentia, protagonista di quella che si può considerare come la fase più virtuosa nella gestione della sanità pubblica nella provincia allora più povera e disastrata d’Italia, ovvero la gestione commissariale di Rubens Curia. Originario di Serra San Bruno, nel 2017, è un avvocato amministrativista di grande competenza scelto personalmente dal commissario guido Longo.