lunedì,Dicembre 5 2022

Vibo Valentia: al via la rassegna “Graecalis, il vento della parola antica”

Iniziativa dell’associazione culturale “Teatro di Calabria-Aroldo Tieri” in collaborazione con il Museo archeologico del capoluogo e con il patrocinio del Comune

Vibo Valentia: al via la rassegna “Graecalis, il vento della parola antica”
Il castello di Vibo che ospita il museo archeologico Vito Capialbi

L’associazione culturale “Teatro di Calabria-Aroldo Tieri”, in collaborazione con il Museo archeologico nazionale di Vibo Valentia e con il patrocinio del Comune di Vibo Valentia, ha organizzato l’evento “Graecalis, Il vento della parola antica”, ossia sei spettacoli teatrali (uno a luglio, tre ad agosto e due a settembre) che si terranno nel cortile del Museo Archeologico Capialbi di Vibo Valentia. Il 24 luglio andrà in scena l’opera “Agamennone” di Vittorio Alfieri, l’11 agosto la “Tragodia”, un recital sulla tragedia antica, il 21 agosto “Quel che non fu fatto, io lo sognai”, su Gabriele D’Annunzio, il 28 agosto la “Tragodia”, il 4 settembre la “Medea” (variazione sul mito) e l’11 settembre “L’arte del quotidiano” su Trilussa, Pascarella e i sonetti romaneschi. Gli organizzatori dell’evento, nonché membri dell’associazione Teatro di Calabria, ringraziano la direzione del Museo, e dunque Maurizio Cannatá, e il Comune di Vibo Valentia «per l’interesse e la stima dimostrati verso il nostro lavoro» e, rivolgendosi alla città che li ospiterà, affermano: «Non vediamo l’ora di cominciare: amici di Vibo, il vento della parola antica sta per soffiare anche da voi».

Articoli correlati

top