mercoledì,Maggio 22 2024

Vibo, la Lega organizza un convegno sull’autismo

"Un mondo senza differenze" è il titolo dell'incontro attraverso il quale il partito intende dare il via a diverse iniziative che affronteranno anche la questione della sanità

Vibo, la Lega organizza un convegno sull’autismo

Nella giornata del 6 febbraio, alle ore 17:30, all’interno del 501 hotel di Vibo Valentia si svolgerà il primo evento del nuovo corso politico della Lega di Vibo Valentia “Un mondo senza differenze”, un incontro che verterà su una tematica importante e molto attuale legata ai disturbi dello spettro autistico, “spesso messa in secondo piano da una società non sempre attenta ai bisogni dei più svantaggiati – afferma Mino De Pinto in una nota stampa – Alla manifestazione, saranno presenti la senatrice Tilde Minasi e l’assessore regionale alle politiche sociali e trasporti Emma Staine, oltre a Giacomo Saccomanno, Fausto De Angelis, Silvio Biondino e Michele La Rocca il quale, modererà l’incontro”. La finalità del convegno “sarà quella di dare pieno supporto alle persone con disabilità e alle loro famiglie – prosegue – in un territorio da sempre avaro di opportunità per chi vive situazioni di disabilità sia sul piano fisico sia psichico. Il partito della Lega di Vibo appare decisamente “mutato” rispetto agli scorsi anni e, negli ultimi mesi, sta iniziando a creare diverse iniziative nel panorama politico locale anche grazie al cambiamento di tante figure apicali in seno al proprio organigramma partitico”, ha dichiarato il segretario De Pinto. [Continua in basso]

“La Lega Vibonese cambia passo! – ha proseguito De Pinto – Dopo essere stato legittimato dai militanti con un congresso svolto il 18 dicembre 2022 insieme a un direttivo laborioso, attento e molto operativo, adesso, stiamo tracciando la nostra linea programmatica. Faremo battaglia per stare accanto a tutte quelle categorie che hanno bisogno di aiuto e occupandoci delle persone in difficoltà. Elaborare risposte concrete è ciò che i cittadini vogliono a Vibo Valentia – ha aggiunto – e tali risposte devono essere date dalle Istituzioni soprattutto a chi vive situazioni di disabilità!
Le statistiche nella nostra amata Calabria parlano chiaro: ogni 70-80 bambini nati, uno soffre di autismo. Questo trend probabilmente non si potrà arrestare facilmente ma aiutare ragazzi ed adulti con autismo dalla forma più lieve alle più severe è nostra priorità assoluta! Come ultimamente avrete notato, i nostri obiettivi sono prestigiosi, – ha dichiarato il segretario – infatti non ci fermeremo solo a questo convegno! Abbiamo intenzione di inviare al presidente del Consiglio regionale della Calabria on. Filippo Mancuso una integrazione alla sua proposta di legge sull’osservatorio dell’autismo. Crediamo che solo chi vive il problema possa comprendere le difficoltà nel quotidiano di questi ragazzi. Un primo pensiero lo meritano soprattutto tutti i caregivers familiari ed è anche per questo che ci proponiamo l’ardua sfida di fare una politica a difesa di tutte le forme di disabilità. A tal proposito, nella giornata mondiale del 21 marzo sulla sindrome di down stiamo programmando un nuovo evento. Per il 2 aprile abbiamo un ulteriore grande progetto sull’autismo per dare seguito al nostro operato politico a sostegno dei temi che abbiamo decisamente a cuore”.

“Nei prossimi mesi vogliamo anche occuparci della delicata tematica della sanità attraverso altri convegni e/o iniziative invitando figure Istituzionali importanti per risolvere in modo prioritario i problemi dei cittadini. Non vivremo più di passività ha concluso – come accaduto con vecchie gestioni del tutto fallimentari, dunque dateci fiducia, avvicinatevi al partito e a queste manifestazioni e vi dimostreremo che faremo cambiare passo al modo di fare politica nella nostra Vibo Valentia. Per queste ragioni, invito a partecipare al convegno organizzato per lunedì 6 febbraio, associazioni e cittadini. Chi vuole intervenire potrà portare le proprie richieste ai nostri rappresentanti di governo! Finalmente i cittadini avranno occasione anche di poter dire la loro apertamente ed esporre le criticità di un sistema welfare che purtroppo in Calabria non sempre è stato all’altezza dei bisogni di ogni forma di disabilità”.

LEGGI ANCHE: Disabilità, Case Manager: l’Ambito Territoriale di Vibo conferisce gli incarichi esterni

Autismo, dall’Ambito territoriale di Vibo i fondi per il sostegno alle famiglie

A Vibo manca l’educatore sul bus, bimbo con autismo lasciato a scuola

Articoli correlati

top