mercoledì,Maggio 29 2024

Spilinga, accordo tra il Comune e il Centro antiviolenza “Attivamente Coinvolte”

Si punta a promuovere e sviluppare azioni finalizzate alla prevenzione e al contrasto della violenza maschile contro le donne

Spilinga, accordo tra il Comune e il Centro antiviolenza “Attivamente Coinvolte”
Il Comune di Spilinga

Il Comune di Spilinga, capofila del Distretto socio assistenziale numero 3 ha siglato un accordo con l’associazione “Attivamente coinvolte” di Pizzo al fine di promuovere e sviluppare azioni, progetti o iniziative finalizzate alla prevenzione e al contrasto della violenza contro le donne. La convenzione stipulata si concentra in particolar modo sui temi delle azioni di sensibilizzazione ed informazione sulla violenza di genere, nel rispetto della normativa nazionale e internazionale, delle direttive e delle raccomandazioni di organismi internazionali quali le Nazioni Unite e l’Organizzazione mondiale della sanità. Il documento redatto prevede la promozione del Comune per l’inserimento nel proprio ambito territoriale al fine di rispondere al fabbisogno dei cittadini con l’attuazione dei Piani sociali di zona, nel rispetto della Legge regionale n.23 del 26 novembre 2003 sulla “Realizzazione del sistema integrato cli interventi e servizi sociali nella Regione Calabria”. [Continua in basso]

E’ quindi prevista l’attivazione di percorsi di formazione mirati per le operatrici dell’area psicosociale, sanitaria e di giustizia, per gli amministratori pubblici, la polizia municipale e i nuclei di specializzati. Si punta inoltre a favorire l’istituzione di tavoli tecnici che prevedano il coinvolgimento di tutti gli attori interessati al fine di verificare la possibilità di sostenere concretamente le donne vittime della violenza di genere e i loro figli minori, anche con riguardo alla loro situazione degli alloggi e l’inserimento scolastico. Occhi puntati pure sugli istituti scolastici di ogni ordine e grado e sulla realizzazione di un osservatorio nazionale che raccolga ed elabori i dati disponibili da parte dei singoli Centri antiviolenza diffusi in tutte le regioni.

LEGGI ANCHE: A Briatico confronto tra associazioni e cittadini su servizi, criticità e promozione del territorio

8 marzo, Polia ricorda le donne che hanno lasciato un segno

Articoli correlati

top