Carattere

L’estremo difensore al suo settimo campionato con la maglia rossoblù. Dal grande esordio con la Scafatese a oggi, passando per l’indimenticabile spareggio col Troina

Riccardo Mengoni
Sport

Toscano di Vicchio del Mugello, 32 anni, 188 centimetri d’altezza per 81 chilogrammi di peso, 97 presenze con la casacca rossoblù, ultima quella collezionata sabato scorso contro la Virtus Francavilla, valevole come decima d’andata; parliamo di Riccardo Mengoni che in questo campionato festeggia la sua settima stagione con la maglia della Vibonese. Numeri e cifre che fanno di Mengoni la nuova bandiera del calcio  rossoblù. Nel carnet del numero uno della formazione di Nevio Orlandi anche due promozioni: indimenticabile resta la cavalcata vincente dello scorso campionato, con lo spareggio contro il Troina al Granillo che ha deciso il ritorno della Vibonese in serie C. Il suo arrivo alla corte del presidente Caffo risale al campionato di Lega Pro 2009-10, con Angelo Galfano alla guida tecnica e Gaetano Di Mauro capitano della squadra. Fu un esordio in rossoblù alla grande quello del portiere toscano. Si giocava al Razza, Vibonese-Scafatese: era la prima giornata. La formazione di Galfano, per il gioco espresso e per le occasioni create avrebbe meritato ampiamente la vittoria, ma a salvare il pareggio ci pensò Mengoni, che in quell’occasione neutralizzò un calcio di rigore battuto dall’attaccante ospite Sifonetti, nella prima frazione di gioco e superandosi poi nella ripresa con una parata salva risultato. Insomma un esordio tra i professionisti da protagonista. Parate ancora più importanti sono state quelle sfoggiate da Mengoni, sempre nello stesso campionato, nella doppia sfida play out contro il Noicattaro, che hanno permesso alla Vibonese di centrare una meritata salvezza. In una recente intervista, commentando la cavalcata vincente dello scorso campionato e che ha portato la Vibonese ha riprendersi sul campo la serie C, Mengoni ha affermato: «Porterò con me tante belle immagini, ma è chiaro che i momenti vissuti al Granillo nello spareggio rimangono i più importanti della stagione». Ricordi e pezzi di storia di calcio rossoblù che hanno fatto reso Riccardo Mengoni, meritatamente, una nuova bandiera

Seguici su Facebook